Ve la do io l’America, intervista a Piergiorgio Assandri, cervello in trasferta

Ve la do io l’America, intervista a Piergiorgio Assandri, cervello in trasferta

“E così vai a cercare fortuna in America, ma ti accorgi che l’America sta qua” … Cantava più o meno così, in una delle sue tante canzoni pop, il mitologico Toto Cutugno, Eccellenza italica da esportazione a torto sottovalutata. Ebbene ma è così anche oggi? Ne abbiamo parlato con l’ingegner Piergiorgio Assandri detto Asso, cervello cremasco in trasferta da tempo, per motivi di lavoro, in quel di Chicago. Nota a margine, “Giorgio” ha un fratello Dj, vale a dire Gregorio Assandri alias Irregular Disco Workers, giramondo pure lui per portare appunto in giro la sua musica e i suoi lavori. Ma torniamo a questioni prettamente … statunitensi.

Trump o la Clinton: chi dopo Obama?

Il vulcanico Donald Trump è in netta ripresa, ma Hillary Clinton tiene e alla lunga dovrebbe farcela. Certamente il recente pasticcio delle cosiddette mail non le giova tuttavia.

Come vedi Crema e l’Italia dagli Usa?

Ecco forse rispetto ai fasti champagne d’un tempo la situazione generale è più tranquilla, ma si sta sempre bene sulle rive cremasche del fiume Serio. In America su tante cose sono e saranno avanti, penso ad esempio a politiche sulla mobilità (quindi l’assessore Fabio Bergamaschi è sul pezzo, ndr), per non parlare di lavoro e occupazione, ma noi italiani, quando e se vogliamo abbiamo una marcia in più. Certo dobbiamo volerlo, dovremmo svegliarci!

E di Obama cosa mi dici?

Arrivato, o meglio accolto come un messia, dopo un periodo d’assestamento, tenacemente il presidente si è ripreso e qualche buon risultato l’ha ottenuto.

Parlami della nightlife statunitense…

Vivo nei dintorni di Chicago, città stupenda e da visitare, quindi parlo della mia esperienza e dico notte viva e frizzante per quanto riguarda la metropoli dell’Illinois, ma buio profondo e calma piatta in periferia. Rockford per esempio, la mia cittadina, è nettamente meno frizzante, per tanti e certi aspetti, rispetto a … una Crema in flessione.    

 

Stefano Mauri

(Visited 90 times, 19 visits today)