Via Bacchetta tra proposte, dimissioni hard, La Pernacchia, Pd e la vita che … va

Via Bacchetta tra proposte, dimissioni hard, La Pernacchia, Pd e la vita che … va

Ma invece di continuare a lamentarsi non sarebbe più utile riempire quella strada di fiori ed opere d’arte? Invito tutti i cremaschi artisti ad addobbare questa strada restituendole lo splendore iniziale. Sculture di legno e fiori ovunque. Che ne dite? Che via Bacchetta diventi una … “street art”: così postò, giorni fa, sulla sua pagina Facebook Nicoletta Bussi.

Paolo Losco, Anna Rozza (mitica!) ed Emanuele Coti Zelati invece, per i bagolari tagliati in via Bacchetta e, soprattutto perché poco coinvolti e dialoganti con la giunta Stefania Bonaldi, ecco hanno preferito (terremoto politico o protesta di facciata?) uscire dalla maggioranza consiliare e ora, di volta in volta valuteranno se votare a favore, o contro, alle varie proposte e decisioni che arriveranno dalla giunta.

Marino Pasini nel frattempo, membro del gruppo “Salviamo gli alberi di via Bacchetta” ha pensato bene (scrivendo benissimo) di fondare il giornale virtuale “La Pernacchia” e … da buon cronista ha scritto che la decisione di eliminare le piante da quelle parti di Crema ha diviso il Pd cittadino nonostante… l’apparente tranquillità.

Ah… per la serie Rien ne va plus, les jeux sont faits, la vita nel Granducato è proseguita e proseguirà dopo il taglio degli Alberi aspettando nuove piantumazioni. Già, ma forse nulla sarà più come prima, nel Granducato del Tortello dopo l’Affaire Bagolare (davano ombra, gioia e problemi), oppure no … mah!

Stefano Mauri

 

(Visited 60 times, 8 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *