Il mio anno in musica

Il mio anno in musica

E’ stato un 2018 in musica. Incredibile per uno che davvero fatica a mettere in fila come si deve gli accordi. Ma ci si diverte molto, dico spesso. Ho scritto un bel po’ di canzoncine, alcune sono finite nel dischetto autoprodotto Canzoni improbabili, che ho regalato in giro in un centinaio di copie. Sopratutto ho avuto modo in una maniera o nell’altra di esibirmi in giro chitarra e voce per ben 12 volte.

Il 3 marzo ho partecipato al contest ivernale del bar ParKo, faceva un freddo boia, sono caduto dal palco e mi hanno eliminato. Il 1 maggio ho suonato una canzone di Rino Gaetano davanti all’Everest per l’iniziativa facca con RinasciMenti. L’11 maggio con Arianna Vitale e Matteo Gubellini ho suonato sul palco del Disaster per la serata CantaUntori, bella davvero. Il 23 maggio ho suonato una canzone dei Modena City Ramblers in piazza Falcone e Borsellino per la rassegna 57 giorni di legalità della Consulta dei Giovani, il 25 maggio concerto privato a casa di Barbara, il 30 giugno con Paolo Alpiani abbiamo aperto la rassegna estiva di Casale Cremasco nella cornice splendida del museo dell’acqua, il 4 agosto con Gio Bressanelli, Nicola Costo Lucco e Arianna Vitale abbiamo portato la nostra musica nelle stazioni di Crema, Treviglio, Brescia e Olmeneta, l’8 agosto al Road 69, ovvero Gli Abbronzati, con Matteo Gubellini abbiamo festeggiato Gianemilo Ardigò che compiva 60 anni, il 26 agosto ho partecipato al contest estivo del bar ParKo facendomi eliminare ma senza cadere dal palco, il 14 settembre con Matteo Gubellini, Arianna Vitale e Nicola Costo Lucco abbiamo suonato al Campo di Marte per la festa di Consorzio Arcobaleno, il 23 settembre abbiamo organizzato con Elena Crotti e Maura Tomei e tanti altri amici le Vacchelli Session e per 4 ore abbiamo suonato sulle rive del Canale Vaccelli, il 12 ottobre per finire con l’amica Alejandrina Solares abbiamo animato il nostro evento Blu & Blues presso l’agenzia viaggi Mainardi. Alcuni di questi momenti stanno nel video. Grazie a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di ascoltarni.

Emanuele Mandelli

(Visited 17 times, 1 visits today)