Questa è una storia che parte da molto lontano. Parte nel settembre di 27 anni fa. Era un estate calda quella del 1987. Il Campo di Marte era molto diverso da come lo conosciamo oggi. Non era ancora stata annessa la parte stupenda delle mura venete. Avevo 16 anni. Era un sabato pomeriggio di sole come quello dello scorso 27 settembre. Entrai al Campo di Marte, c’era un palchetto piccolo, una spina della birra, un gruppo che stava salendo sul palco ed iniziava ad intonare Mi Ami? dei Cccp, la canzone dell’erezione triste. Mi fermai.

Quel giorno conobbi personaggi che avrebbero fatto la storia della musica locale nei 25 anni avvenire. Tanti erano al Sant’Agostino e a CremArena sabato scorso per Marterock Reloaded. Si perché un quarto di secolo dopo mi sono preso l’onore e l’onere di riportare quel nome in auge, sui giornali, sulle bocche. Me lo ha concesso Maurizio Dell’Olio, che si inventò il nome quando nel 1987, mentre faceva servizio civile per il comune di Crema, fu convocato dall’allora assessore alla cultura Francesco Torrisi che gli aveva detto: “a Maurì… pensami una cosa per l’estate, una cosa musicale. Soldi ce ne sono, mancano le idee”, esattamente il contrario di oggi diremmo. A quella prima manifestazione parteciparono tra gli Double Life, i Philo, i Degrado di Stefano Gaurguagli, i Cafewien…

E’ stata una emozione grande per me ed Andrea Spinelli rinverdire quel nome. Ce l’abbiamo messa davvero tutta per non far sfigurare la memoria storica della manifestazione. Una giornata che meglio di così non poteva andare. Il bel tempo, le tante persone che sono venute nel corso della giornata a salutarci a sentire un po’ di musica e dire la loro. I tempi, i gruppi…

Non voglio mettermi a farvi la cronistoria della giornata, sarà bello riviverla quando il filmaker Simone Parati che ha fatto parecchie ore di riprese confezionerà il videoracconto. Per ora qui trovate solo gli ultimi 3 minuti, intensissimi. Gli Overdreams e i Chiamata Urgente assieme sul palco per una grande versione di Notte Bianca, classico del gruppo di Paolo Alpiani e soci che gli Overdremas hanno velocizzato ed attualizzato. Emozione.

Per il resto sono stati perfetti tutti. Giorg & Saimon hanno fatto ridere fino alle lacrime i presenti, il racconto Medalllo, (il sottoscritto e Dimitri Simonetti a narrare la Crema metal 1986) ha emozionato chi c’era e incuriosito chi non c’era, Solzi & Manuelli hanno fatto cantare con i classici italiani, il corto Metallari mannari a Crema ha fatto sorridere chi ancora era nel chiostro al calar del sole.

In serata i Microclismi hanno fatto ballare i presenti, gli Overdreams hanno festeggiato i 10 anni di storia e i Chiamata Urgente… beh sono i Chiamata Urgente, un grande gruppo cremasco che abbiamo la fortuna di poter sentire oggi.

Ci rivedremo nel 2015? Chi lo sa. Qualche idea noi l’abbiamo gia…

Intanto lasciatemi ringraziare tutti per la bella emozione di una giornata stupenda. Grazie davvero…

em

Le foto della galleria sono di: Anna Lopopolo, Emanuele Mandelli, Mario Aiolfi, Silvana Lissandrello, Ariya Karatas, Nino Antonaccio, Microclismi, Barbara Locatelli.

 

 

(Visited 74 times, 24 visits today)
Share