Vita da musicista. You tube, amico o nemico dell’artista?

Vita da musicista. You tube, amico o nemico dell’artista?

YouTube lo sappiamo tutti è una piattaforma digitale sulla quale è possibile caricare dei video, e canzoni che sparate nella rete si rendono disponibili alla visione e ascolto da parte di persone sconosciute, come fosse un canale televisivo.

Ora questo mezzo viene utilizzato da cantanti molto famosi e meno,  come veicolo pubblicitario per mantenere attivi i fans, e promozionare con un brano l’uscita dell’intero album.

Inutile ricordare che i cantanti famosi collezionano milioni di view e hanno così la forza contrattuale per negoziare un ritorno economico dalla piattaforma.

Altro discorso invece riguarda tutti gli “emergenti” che vedono in questa piattaforma un modo di farsi pubblicità senza spendere nulla nella speranza di essere ascoltato da qualcuno di importante nel settore e poter iniziare un percorso professionale.

Ragazzi, cantanti, band, dj, niente di più sbagliato, smettetela di propagandare la vostra arte regalandola alla comunità e quindi sputtanandola, innanzitutto perché dal momento che qualcosa viene caricato su You Tube diventa immediatamente di dominio pubblico (quindi che tutti ne possono usufruire), senza riconoscere diritti a nessuno, e se qualcosa è buono, anche i portali pirata se ne accorgono e vi fottono il lavoro guadagnando sulle vostre fatiche, perché diciamoci la verità il portale pirata non è Robin Hood che regala ai poveri, ma un astuto ladro che avendo nel proprio database innumerevoli canzoni colleziona click, e di conseguenza riceve denaro dal sistema per essere un soggetto che genera traffico nella rete, da qui si può anche intuire che se il portale pirata viene pagato c’è anche il sistema della rete che sa chi è, e se non viene bloccato è perché non lo si vuole bloccare dato che fa audience.

Per non parlare del fatto che poi è vostra premura informare più amici possibili di guardare quel video e sentire quella canzone, e anche nel caso che le visioni siano limitate a meno di mille, sono sempre mille persone che pensando di fare un piacere a voi in realtà lo fanno alla piattaforma You tube, che anche se poco in quel momento guadagna su di voi.

BASTA!!!!! Ma davvero credete che un discografico di rilievo si possa interessare a voi in modo professionale dopo che siete voi i primi a non esserlo? Davvero credete che chi ha milioni di view nei propri video ci sia arrivato cosi per caso di fortuna?

Non voglio dire di dimenticare la piattaforma di You tube quale mezzo pubblicitario, ma se la usate usatela nel migliore dei modi, quindi caricando estratti di concerti live e performance canore da voi fatti, o un video di quelli professionali che anche se gratis la pubblicità di You tube, vi costerà realizzare il video.

Insomma per far capire, se voi siete dei sarti, il vostro interesse sarà andare nei negozi di abiti e mostrare il vostro prodotto, non appendere i vostri abiti nella strada sottocasa così li possono vedere tutti…… chiaro il concetto?

                                         Tony Magik

(Visited 32 times, 8 visits today)