Segreto Vaticano su don Inzoli, Bordo è deluso e Wuming si interessa al caso… e lui? Diffida (pare)

Segreto Vaticano su don Inzoli, Bordo è deluso e Wuming si interessa al caso… e lui? Diffida (pare)

“La scelta del Vaticano di non trasmettere alla Procura di Cremona gli atti inerenti i casi di abusi su minori che hanno visto protagonista Don Mauro Inzoli e accertati dalle stesse autorità ecclesiastiche, ci delude profondamente“, torna a parlare del caso don Inzoli il parlamentare di Sel Franco Bordo.

La decisione della Santa Sede di apporre ai carteggi richiesti dalla giustizia italiana il sub secreto pontificio, una sorta di segreto di Stato, è una contraddizione rispetto al nuovo corso che aveva annunciato lo stesso Papa Francesco. Auspichiamo che ci sia un ripensamento al riguardo e che si sia trattato di una decisione “burocratica” e non di una cosciente scelta politica da parte del Vaticano, che non sarebbe capita e accettata dai cittadini italiani“.

I tempi dell’omertà su temi del genere sono finiti e oggi ancor più di ieri il silenzio non è accettabile ne comprensibile. Confidiamo ora che comunque le indagini proseguano e siamo fiduciosi che la Magistratura riesca ad accertare anche autonomamente i fatti e le responsabilità attorno a questo squallido caso di abusi e potere, che vede come vittime minori indifesi“.

E lui? Intanto on ha gradito come La Repubblica  e altri giornali abbiano trattato il caso convegno sulla famiglia e ha minacciato diffide,  intanto Wuming si interessa di lui con un lungo dossier. Inizia cosi:

Prosegue l’inchiesta di Giap sull’uso politico di querele e cause civili. Stavolta Luca Casarotti si occupa dell’ultima mossa di don Inzoli, uno dei potenti del mondo CL, per quindici anni presidente del Banco Alimentare, condannato dalla stessa Chiesa cattolica per abusi su minori. Siamo stati tra i primissimi (e pochissimi) a occuparci della vicenda fuori da Crema, dove la notizia è rimasta a lungo confinata. Sono dovuti trascorrere sette mesi dal nostro post perché il suo nome apparisse nei media nazionali, dopo la sua imbarazzante comparsata a un convegno omofobo, occasione che ha radunato in una sola sala milanese il jet set catto-camerata-leghista lombardo.

QUI il resto del pezzo

(Visited 24 times, 5 visits today)