Ylian Canizares, la musicista cubana a Parigi per presentare il nuovo album Erzulie

Ylian Canizares, la musicista cubana a Parigi per presentare il nuovo album Erzulie

L’11 dicembre la violinista, cantante e compositrice cubana YILIAN CAÑIZARES presenterà per la prima volta live al NEW MORNING di PARIGI (7/9 Rue des Petites Écuries – ore 21.00 – Tickets: http://bit.ly/ErzulieParispremiere) il suo nuovo album “ERZULIE”, già disponibile in tutti in negozi, in digital download e sulle piattaforme streaming.

L’artista sarà accompagnata sul palco da gruppo “The Maroons”, band di musicisti di nazionalità e culture diverse fra loro.

«Sono veramente felice di presentare questo nuovo progetto dal vivo. Ho lavorato duramente con i miei musicisti per rendere questo spettacolo davvero speciale ed unico – spiega Yilian Cañizares – Non vedo l’ora di salire sul palco e condividere il nostro amore e la nostra musica con il pubblico. Spero di vedervi a Parigi».

“Erzulie” è composto da 12 brani in cui l’eleganza del jazz incontra il ritmo della musica latina. Una commistione di culture diverse tra loro ma allo stesso tempo simili come quella haitiana, che ha ispirato l’artista, e quella cubana. L’album, inciso a New Orleans, esplora la realtà culturale e musicale di Haiti (Erzulie è una dea del Vodou haitiano, l’essenza della femminilità e della passione), che non poco ha in comune con la ritualità afro-cubana.

Proprio da Haiti, con la figura di Toussaint l’Ouverture (rivoluzionario haitiano afroamericano, ex schiavo che guidò la rivolta degli schiavi di Saint-Domingue), nascono infatti le grandi rivolte degli schiavi nelle Americhe: uno spirito libero, fiero e indipendente che emerge in ogni singolo brano dell’album “Erzulie”.

Yilian Cañizares esplora il percorso che dall’Africa porta ai Nuovi Mondi afro-ispano-caraibico-americani, quel laboratorio che ha permeato di sé gran parte della cultura musicale africano-americana e che oggi va espandendosi e affermandosi in quegli Stati Uniti dove, non casualmente, lo spagnolo è diventato la seconda lingua ufficiale.

L’artista dipinge un affresco musicale espressione di un meticciato contemporaneo, non a caso infatti ha scelto di essere accompagnata sul palco da un gruppo di musicisti di nazionalità e cultura diversa, denominato “The Maroons” (espressione anglofona usata per indicare le comunità e le etnie che discendono dai primi Cimarroni, schiavi africani fuggiti dalle piantagioni e rifugiatisi nella foresta).

L’album “Erzulie” è stata anticipato in radio dal singolo “Habanera”, il cui video è visibile al seguente link: www.youtube.com/watch?v=IBbJL3VaQ0Q.

Questa la tracklist di “Erzulie”: “Habanera”, “Contradicciones”, “Yemayà”, “Erzulie”, “Noyé”, “Lo que no digo ahora”, “Manos abiertas”, “Cimarròn”, “Gloria mìa”, “Cuando te digo adiós”, “Libertad”, “Yeyé”.

Yilian Cañizares è una giovane cantante e soprattutto violinista nata a Cuba, formatasi a Caracas (il benemerito “Sistema”) e perfezionatasi in Svizzera, dove si è trasferita e naturalizzata e dove si è affermata alla Montreux Jazz Festival Competition nel 2008. Yilian Cañizares già vanta un palmarès di tutto rispetto in materia di collaborazioni: Ibrahim Maalouf, Omar Sosa, Youn Sun Nah, Richard Bona, Chucho Valdés, Roberto Fonseca, Dhafer Youssef, El Comité. Ha al suo attivo tre incisioni a suo nome (“Ochumare” nel 2013, “Invocación” nel 2015, “Águas”, prodotto in collaborazione con Omar Sosa, nel 2018) e una quarta “Erzulie” uscito lo scorso 15 novembre.

(Visited 20 times, 20 visits today)