Ancorotti:”In Forza Italia è ora di ritrovarsi. Tangenzialina? Non se ne parla più”

Ancorotti:”In Forza Italia è ora di ritrovarsi. Tangenzialina? Non se ne parla più”

Neo presidente, fino al 2021, di Cosmetica Italia proprio all’indomani della sua elezione, con Renato Ancorotti abbiamo scambiato quattro chiacchiere spaziando tra la complessità del suo nuovo ruolo e l’attualità cremasca.

Innanzitutto complimenti per il nuovo prestigioso e importante incarico…

Grazie ora dovrò raddoppiare gli sforzi per rappresentarle al meglio la cosmetica italiana, settore che fattura all’anno 11miliardi di euro e dà lavoro a 35mila persone di cui il 54% donne e l’11% laureati. Siamo in crescita ed esportiamo più di quanto importiamo, puntiamo a creare ulteriore ricchezza alla politica chiediamo ascolto per diminuire la burocrazia e aumentare l’attenzione nei confronti dei giovani.

Quando sarà pronto il nuovo accorpante stabilimento dell’Ancorotti Cosmetics col recupero dell’area ex Olivetti?

Entro la fine dell’anno.

Ma vi hanno poi fatto sapere qualcosa in merito alla costruzione della fondamentale cosiddetta “Tangenzialina”, bretella  utile a portare i mezzi in sicurezza nella vostra zona artigianale – industriale?

No, nessuno si è più fatto sentire. E l’opera è di vitale importanza.

Sei sempre più impegnato hai tempo per seguire ancora la politica cremasca?

Nell’ambito di Forza Italia a livello locale beh dovremmo ritrovarci tutti insieme intorno a un tavolo, guardarci in faccia con umiltà, fare sintesi e… laddove necessario indietreggiare eventualmente di un passo per poi ripartire insieme in avanti.

Avete già individuato una data?

E’ una proposta, un auspicio che lancio, spero di riuscire il prima possibile a partecipare all’incontro con l’intento di dare una mano.

Un giudizio sul Governo?

Lasciamolo lavorare per il momento che l’Italia ha bisogno di una guida sicura. Poi a distanza di tempo tireremo le somme.

Da imprenditore e da presidente di “Cosmetica Italia” guardi con attenzione verso “Industria 4.0”?

Sì è una materia questa da seguire attentamente coinvolgendo il maggior numero di imprese.

Finita l’esperienza alla guida del Rotary?

Ho passato il collare ad Alfredo Fiorentini ed ho vissuto un anno impegnativo e positivo.

Il tuo nuovo incarico ti porterà spesso a Milano?

Almeno due giorni alla settimana sarò al lavoro nel capoluogo, nella nostra bellissima sede.

Stefano Mauri

 

(Visited 98 times, 7 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *