Tra poco a Bergamo al salone dei librai inizia la presentazione di Scarpe Scarlatte di Antonio Grassi. Così inizia la recensione del libro sul blog di Vittorio Dornetti che conduce la presentazione

Il profilo autoriale di Antonio Grassi sembra smentire uno dei più ferrei caposaldi della narratologia; quello che impone di distinguere tra narratore reale e i dati della sua biografia (anche culturale) e autore implicito, che è qualcosa d’altro, ovvero la maschera che l’autore reale si mette sul viso quando scrive la sua opera. In realtà, per comprendere e gustare l’ultimo romanzo di Grassi (Scarpe scarlatte, C.A.S.A. Edizioni), i dati biografici contenuti nel risvolto di copertina (giornalista e scrittore) appaiono largamente insufficienti allo scopo. In quanto giornalista, bisogna precisare che Grassi, prima di diventare responsabile della redazione cremasca della “Provincia”, ha organizzato e diretto tre giornali locali di Crema, più o meno politicamente radicali, tutti alternativi ed espressione di una certa qual temperie sessantottina.

Il resto della recensione QUI

Ma Secretari è davvero misognino? Dite la vostra

(Visited 30 times, 3 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *