A cozzare, le decisioni ai cremaschi secondo Cattaneo e la pipì al giardini secondo la Bonaldi

A cozzare, le decisioni ai cremaschi secondo Cattaneo e la pipì al giardini secondo la Bonaldi

MA GRILLO LO SA

che il suo candidato sindaco di Crema, tale Cattaneo Carlo, vuol far prendere le decisioni ai cremaschi? Dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini:

—Ma su tutto, secondo i rappresentanti del Movimento, primeggia il caposaldo del coinvolgimento dei cittadini. Per questo motivo», ha chiarito Cattaneo, «un elemento centrale sarà quello del bilancio partecipato, per far sì che i cittadini possano decidere direttamente dove e con che modalità devono essere utilizzate le risorse pubbliche.

TUTTO SBAGLIATO, TUTTO DA RIFARE

Credo che il sindaco di Crema Stefania Bonaldi possa essere criticata, in campagna elettorale, per più di un motivo concreto; inventargliene altri, è sempre così, vuol dire fornirle comodi assist. Il solito brontolone scrive alla Provincia fin che c’è: se a Crema mancano i cessi pubblici, è colpa della Bonaldi. E a dimostrazione:

“Vedo turisti e gente fare pipì nei giardini per non andare in un bar! Sindaco Bonaldi, avrà provato anche lei la sofferenza quando ti scappa e non sai dove andare…..”

I cessi pubblici mancano in ogni città, non solo a Crema; lo sa ogni italiano, Pennadoro compreso; che invece risponde:

“La sua lettera pone un problema concreto. Pochi bagni pubblici e generalmente in condizioni pietose. Si può fare meglio”

A me davvero scappa: certo, nelle mutande!

Flaminio Cozzaglio

(Visited 140 times, 11 visits today)