A cozzare, l’ipermoderno compagno Bordo che spara sulla Lega e il caso Iori

A cozzare, l’ipermoderno compagno Bordo che spara sulla Lega e il caso Iori

LA COSCIENZA CRITICA DI CREMA

Il compagno Bordo Franco è un ipermoderno: altri si mettono in quattro per capire la pericolosità delle notizie false su facebook et similia; lui galoppa già ben oltre, tutto solo! e spiega il pericolo della nuova arma letale, l’sms:

Desta più di una preoccupazione la recente iniziativa della Lega Nord cremasca con cui, mandando un sms a un numero, si possono segnalare ‘situazioni di particolare degrado ed insicurezza oppure della presenza di luoghi di culto abusivi’. Capisco, l’sms è tanto comodo e i superficiali non ne vedono l’altro aspetto: “A garantire la sicurezza dei cittadini sono già presenti le forze di polizia, locale e nazionale.

Infatti le associazioni di cittadini che vogliano affiancare il lavoro della polizia devono essere autorizzate e non possono in ogni caso essere espressioni di partiti e movimenti politici, mentre qui è chiaro che la scellerata iniziativa è espressione diretta di un partito, la Lega Nord. Occorre dunque tenere alta la soglia di attenzione verso questi comportamenti non solo inopportuni e inaccettabili, ma che si collocano sul filo del lecito”

Terribile quell’Enrico Zucchi che pretende il posto della Bonaldi! “Crema non ha certo bisogno di estemporanee e dannose proposte come questa o di rappresentanti irresponsabili, men che meno di sindaci sceriffo che volentieri farebbero uso di squadre al di fuori della legge.” Il compagno Bordo è tanto chiaro da essere fin didattico: per farsi buoni gli ingenui elettori cremaschi Zucchi comincia con gli sms ma, una volta assicurato il voto, infila un paio di pistole nel cinturone e si circonda di bravacci! “E infine, gli inaccettabili inviti a segnalare presunti luoghi di culto abusivi.”

Ste leghisti di m***a, ce l’hanno anche coi presunti abusivi, e vogliono segnalarli! Ma alla fine il compagno Bordo Franco torna nelle sue acque, come un pesce per bene: “Si vuole mettere in discussione la libertà religiosa di ciascuno di noi, garantita dalla Costituzione? O si vuole direttamente entrare nelle case delle persone per controllare, in pieno stile regime?” In fatto di regime, nessuno può permettersi di dar sulla voce a gente dal suo pedigree!

OGGI A IORI, DOMANI A TE

In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.

Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it

339 3599879 0372 431727 –

Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni. Se anche voi, cari lettori, siete convinti che quel modo di far processi non riguardi solo il povero Iori, ma possa da un momento all’altro toccare noi, guardatela, diffondetela; il titolo che le han dato è:
-Il caso Iori: ergastolo con la sfera di cristallo?

Flaminio Cozzaglio

(Visited 154 times, 6 visits today)