Adesivi di Casapound alla sede di Rifo, la denuncia di Beppe Bettenzoli

Adesivi di Casapound alla sede di Rifo, la denuncia di Beppe Bettenzoli

Ieri ho trovato adesivi di Casapound Cremona sulla porta e sulle bacheche della sede del Partito della Rifondazione Comunista. Uno degli adesivi lo definirei delirante, visto il contenuto : “My Land  My War  Refugees not welcome”. Quando in politica si arriva a sostenere la mia guerra, i soggetti sono da ricoverare al neurodeliri. L’episodio non deve essere sottovalutato visto il ripetersi di scritte fasciste e razziste su sedi sindacali ( USB, CGIL) e politiche (PD, PRC) oltre che all’ARCI di Ombriano.

Nell’invitare le forze dell’ordine a vigilare per mantenere una corretta dialettica politica, nel rispetto della nostra Costituzione, nel contrasto ad ogni forma di violenza, contro razzismo, xenofobia e omofobia, voglio ricordare ai tanti benpensanti che l’antifascismo è di grande attualità, basta vedere l’odio che si scatena sui cosdidetti social quando si parla dei migranti e dei rifugiati che fuggono dalla guerre e dalle persecuzioni, l’intolleranza quotidiana verso idee e culture diverse. Dobbiamo combattere l’indifferenza, quella che ha portato milioni di tedeschi a condividere, o tollerare, il più grande genocidio della storia, quello contro il popolo ebraico e contro i rom; dobbiamo combattere contro il fascismo di oggi, che si coniuga con razzismo, sovranismo, identitarismo, la democrazia o è antifascista o semplicemente non è democrazia.
Il fascismo non è una idea, ma un crimine, come sosteneva il deputato socialista Giacomo Matteotti, ucciso dai fascisti.  Un crimine che il nostro paese ha vissuto per oltre un ventennio e questo non dovremmo dimenticarlo mai.

Per la Segreteria del Partito della Rifondazione Comunista.

Beppe Bettenzoli
(Visited 229 times, 28 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *