Agazzi, io con l’autovelox e la tangenziale non centro proprio nulla (anche se lo dice Piloni)

Agazzi, io con l’autovelox e la tangenziale non centro proprio nulla (anche se lo dice Piloni)

Matteo Piloni – Assessore alla Pianificazione Territoriale del Comune di Crema e Segretario Provinciale del PD – e Gianluca Giossi – Capo Gruppo del PD in Municipio a Crema -, nel tentativo goffo di difendere due Amministrazioni a guida…PD – quella comunale (Bonaldi) e quella “provinciale” (Vezzini) -, responsabili della rapina a danno degli utenti della Tangenziale Sud di Crema…tartassati da un autovelox tarato a 70 km/h, cercano – come solito – di gettare schizzi di fango sul sottoscritto e si lanciano in un’ardita ricostruzione storica sul foglio di Partito “Cronache Cittadine” e, ora, attraverso un comunicato-stampa: mi citano tra coloro cui addebitare la colpa di un’arteria progettata e realizzata in modo discutibile.

Ebbene, io sono approdato in Consiglio Comunale – è vero – molti anni or sono, senza per altro aver mai fatto l’Assessore (entrai il 06 Maggio 1990, Sindaco Donzelli, avevo 21 anni), ma il tracciato della Tangenziale Sud di Crema divise il Consiglio nel quinquennio precedente (Sindaco Galli): il Capo Gruppo DC, Enrico Villa, si dimise dal ruolo per protesta, ritenendo che il percorso dovesse proseguire fino a Oriolo, possibilità negata dall’opposizione dell’allora Sindaco di Madignano, il socialista Virginio Venturelli… Di quel Consiglio Comunale io non potevo far parte: sarei stato minorenne!

Nella prima assemblea consiliare di cui sono stato componente  – 1990-1993 – non è mancato qualche dibattito in merito (il manufatto era certamente recente-contemporaneo, ho inoltre il ricordo di come l’Ing. Da Rios, “padre” anche della “nostra” Tangenziale, venne, in quel periodo, coinvolto in “Mani Pulite”): ma non abbiamo certo deciso noi il tracciato! Del resto, Donzelli era persona molto vicina politicamente a Enrico Villa: avesse potuto incidere, non l’avrebbe fatto? Probabilmente siamo stati lambiti dagli ultimi aspetti dell’iter burocratico, io, comunque, da semplice Consigliere Comunale.

Un po’ come sulla “Scuola di CL”: insiste, il Piloni, nel volermi tirar dentro…anche rispetto a tale annosa questione, ma io ero, come Piloni, un Consigliere Comunale, che non è stato chiamato a votare alcunchè al riguardo. Quando si è infastiditi o intimoriti da un competitore politico non resta, evidentemente, che gettare fumo negli occhi ai cittadini. La verità è che gli amministratori del PD non vogliono rinunciare a fare cassa, con un autovelox che Loro hanno attivato.

 Antonio Agazzi

(Visited 75 times, 9 visits today)