Ah … che Signore è il Trebbiano IGT Lazio della cantina, sempre Rock San Vitis

Ah … che Signore è il Trebbiano IGT Lazio della cantina, sempre Rock San Vitis

La cantina San Vitis, ricordiamolo che … rimembrare giova, sostanzialmente è Il Progetto di quattro amici che, fondamentalmente punta alla riscoperta e alla valorizzazione dei vini di territorio che al meglio, rappresentano, identificano e … sì, esaltano una precisa parte di quella straordinaria regione di…vina che è il Lazio.

Nella fattispecie stavolta parliamo di Trebbiano IGT Lazio, ottenuto da uve omonime, vino spettacolarmente trasversale e versatile negli abbinamenti gastronomici, (ah … accostato a risotto alle zucchine o al porro, letteralmente spacca, degustare per credere), in grado di soddisfare quindi tante e varie occasioni.

Il colore? Giallo paglierino dai tenui riflessi verdolini. I profumi? Al naso emergono note chiare di frutta (mela), fiori e vaniglia. I sapori? Fresco, sapido, secco, di corpo… ma non troppo, persistente e complesso con la sua varietà di aromi e sentori. Ha carattere questo Trebbiano secondo San Vitis (www.sanvitis.it), ma è particolarmente educato, quasi signorile con la sua piacevolezza di beva, con quella delicatissima, sfumata, sapida mineralità che ne accompagna la chiusura in bocca. Chapeau!

Qualche nota di lavorazione? Le uve selezionate con passione e attenzione subiscono una leggerissima macerazione a grappolo intero, poi seguono pressatura e fermentazione a basse, controllate temperature. Fa Fermentazione Malolattica in modo genuinamente naturale il Trebbiano vinificato in quel di San Vito (Roma) e affina 8 mesi in vasche d’acciaio. Cantina sempre Rock, San Vitis il vino lo fa in vigna. RiChapeau!

stefano mauri

(Visited 32 times, 10 visits today)