Ai cremaschi piace la birra, successo per I giorni della sete

Ai cremaschi piace la birra, successo per I giorni della sete

Successo per la seconda edizione de I Giorni della Sete, festival dedicato al mondo della birra artigianale e alla filosofia che caratterizza il lavoro dei sempre più numerosi produttori indipendenti della regina delle bevande. La manifestazione proseguirà oggi e domani nella cornice dell’agriturismo Le Garzide, in via Cantoni 7. In vetrina, oltre ad una pregiata selezione di etichette italiane e straniere, c’è proprio la cultura dei veri brewers: I Giorni della Sete raccontano un mondo fatto di materie prime di qualità, di passione per il lavoro manuale e di spirito imprenditoriale.

Oltre alle produzioni del Birrificio Agricolo Cremasco, padrone di casa, il pubblico ha ampia scelta: c’è il produttore cremonese Carlo Fiorani (http://carloeugeniofiorani.it/birra/), c’è lo storico birrificio piacentino La Buttiga (http://www.labuttiga.it), c’è il birrificio Curtense (http://curtense.it) della Franciacorta, c’è il micro-birrificio milanese Picobrew (http://www.picobrew.it). A questi si affiancano Frimid Ale (http://frimidale.com), distributore bergamasco di birre artigianali di primissima fascia, e – nei panni di ospite d’onore – il birrificio belga En Stoemelings (http://enstoemelings.be).

(Visited 53 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *