Alla faccia del campanile il calcio giovanile nostrano inizia a collaborare

Alla faccia del campanile il calcio giovanile nostrano inizia a collaborare

Finalmente quindi, complice magari la crisi, il football che conta cremasco fa sistema a livello (il viaggio più lungo inizia sempre con un piccolo passo) di settore giovanile. Così la Pergolettese, coronando un vecchio sogno del buon Franco Parietti (Signore della pallanuoto autoctona ed ex assessore ai lavori pubblici) ha iniziato a dialogare proficuamente con l’Alba Crema, mentre l’Ac Crema 1908 (sempre più etica e sul pezzo) interagirà con Castelnuovo e Madignanese.

Quindi le varie società interessate, al fine di valorizzare la crescita umana e tecnica di giovani calciatori, tra loro (cioè il Pergo con l’Alba, il Crema con Madignano e Castelnuovo) inizieranno a “scambiarsi” idee, metodologie d’allenamento, tecnici e calciatori. Iniziative come queste fanno decisamente bene al sistema calcio e vanno sottolineate, altresì è doveroso sottolineare che l’obiettivo della società nerobianca presieduta da Chicco Zucchi è ancor più ambizioso ed è quello di alzare il livello qualitativo, introdurre mentalità innovative e aria nuova nei vivai calcistici italiani.

Stefano Mauri

(Visited 27 times, 3 visits today)