Anche Gianni adora il foiolo dell’Arci di Crema Nuova dove è tempo di derby

Anche Gianni adora il foiolo dell’Arci di Crema Nuova dove è tempo di derby

Al circolo Arci di Crema Nuova, tra gare di bocce (che d’estate vanno forte), una partita a carte, una degustazione di Malvasia frizzante (rigorosamente Vicobarone) o di Gutturnio, ecco, periodicamente (ed è sempre meglio prenotare) cene ad hoc vengono studiate, proposte e preparate. E quando entra in campo il cibo, in cabina di regia da quelle parti torna il mitico Angelo Peia (fotografo appassionato per diletto) con la sua affiatata combriccola di collaboratori e consulenti. Qualche settimana fa, alla faccia del caldo, ecco all’Arci, il gran protagonista di una cenetta tipicamente nostrana è stato il foiolo. E … presente pure lui all’evento, il sindaco di Offanengo Gianni Rossoni, pare abbia gradito alla grande la proposta gastronomica. Del resto i gusti non hanno ideologie e sono trasversali. Rossoni poi, pezzo da novanta del centrodestra dell’Italia settentrionale, leggenda vivente e storica della politica autoctona, ex consigliere e assessore regionale, ma soprattutto attuale (sul pezzo e attento alla microeconomia) sindaco di Offanengo, da uomo di mondo qual è non ha mai preconcetti. E il foiolo, portata apartitica… , politicamente ruffiana, l’ha gradito assai. Chapeau!

A proposito, all’Arci di Crema Nuova, tra le altre cose è già tempo di derby Pergo contro  Crema, dato che, tra gli altri, dirigenti della Pergolettese quali Marino Bussi (e Angelo Peia è tifosissimo del team gialloblù)  e cremini del calibro di Gianfranco Piantelli, periodicamente, a cena da quelle parti di Crema Nuova si trovano intorno al tavolo. E … dinanzi a piatti fumanti, parlare di calcio… tra cremini e cannibali è cosa buona e giusta.

Stefano Mauri

(Visited 103 times, 6 visits today)