Ancora non è aperto, ma è già criticato da Forza Italia e dal Movimento 5 Stelle: ah che ponte infinito, quello sul Serio

Ancora non è aperto, ma è già criticato da Forza Italia e dal Movimento 5 Stelle: ah che ponte infinito, quello sul Serio

Ancora non è aperto, ma è già criticato da Forza Italia e dal Movimento 5 Stelle: ah che ponte infinito, quello sul Serio di via Cadorna, struttura messa male e criticata. Tutto è partito dal seguente post di Simone Beretta, pubblicato, sabato scorso 9 maggio sulla sua pagina Facebook:
Consentitemi ogni tanto di essere arrabbiato. Lo sono da abitante del quartiere di San Bernardino. Stiamo subendo da mesi la questione del Ponte e da almeno tre mesi avremmo già potuto attraversarlo col doppio senso di marcia, come succederà probabilmente fra non molto.
Così almeno ci ha detto l’assessore Bergamaschi.
Ora, tanto per farci un ulteriore regalo, ci hanno piazzato sia in entrata che in uscita due dissuasori di velocità demenziali.
Non credetemi sulla parola ma provateli.
Sono ancora peggio se li superi ad una velocità quasi pari a zero.
Bisogna stare attenti ad evitare un colpo di frusta o un incrinamento di qualche vertebra anche se questo farebbe felice qualche fisioterapista.
Per non dire della macchina e degli scossoni che riceve ma questo capisco che faccia felice i nostri bravi meccanici.
Ci volete proprio male e non lo meritiamo.
Non ci bastava il coronavirus.
Questa la replica dell’assessore Bergamaschi:
Perdonami Simone, ma su cosa basi le tue affermazioni? Sulla tua sensazione o su dati tecnici? Perché gli unici dati esistenti, ricavabili dalla relazione tecnica commissionata allo studio specialistico, sono molto dettagliati e le indicazioni/prescrizioni sono molto precise. Ci stiamo solo attendendo ad esse, per motivi di sicurezza dei cittadini. E sono straconvinto della bontà di non forzare politicamente la mano rispetto alle indicazioni tecniche, quando in gioco c’è l’incolumità delle persone. Hai letto la relazione? Come consigliere dovresti averlo fatto. Se preferisci te la mando su whatsapp.
Ecco un post dell’architetto Enzo Bettinelli in merito:
Fabio Bergamaschi bassa velocità non vuol dire lasciarci le sospensioni quando passi ai 10 km/h ammessi …
Quindi un passaggio di Manuel Draghetti, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle e tra i fermi sostenitori del doppio senso che doveva essere predisposto anche in tempi di lockdown:
Fabio Bergamaschi un semaforo per alternare il senso di marcia visto il traffico estremamente ridotto?
(Cosa fattibilissima anche in periodo di traffico ordinario invertendo il senso di marcia per fasce orarie in base ai flussi di traffico maggiore)..
L’interscambio tra i quattro via social è poi proseguito con altri commenti. Senza dubbio la sicurezza è importante e il malridotto ponte di via Cadorna, ancora chiuso, ha fatto, fa e farà discutere. Ma al posto dei “dossoni” non si poteva, domanda da ignorante, mettere un semaforo pronto a scattare sul rosso in caso di vetture provenienti ad alta velocità? Ah … ci sono inoltre troppe strisce pedonali, in pochi metri, da quelle parti. No?

(Visited 70 times, 5 visits today)