Antonio Bonetti: “Nutrie nel menù? No grazie. La Gnocca Cremasca tira sempre”

Antonio Bonetti: “Nutrie nel menù? No grazie. La Gnocca Cremasca tira sempre”

Michel Marchi, sindaco di Gerre De’ Caprioli per risolvere il problema relativo all’invasione delle nutrie, avendole provate, ecco ha lanciato la proposta (o provocazione?) di, udite… udite mangiarle. E … subito, mediaticamente è scoppiato il caos. Noi abbiamo girato il quesito al cuoco ricercatore Antonio Bonetti, deus ex machina del Bistek.

Tu cucineresti e metteresti una nutria nel tuo menù?

No grazie, ma so leggendo e navigando qua e là in internet che beh questi animali sono commestibili e qualcuno li mangia.

L’hai mai assaggiata?

No.

E gli insetti hai mai pensato di proporli?

Faccio una cucina tipica del territorio, quindi non sono ferrato in materia.

La cosa più strana che hai assaggiato?

Lo dico a voce bassa perché trattasi di specie protetta che ecco, tempo fa, con amici toscani, appunto in Toscana, in incognito, insomma da Carbonari provammo l’istrice e … la portata mi piacque assai. Ammetto che ho trasgredito.

Nel tuo ristorante qualcuno ti ha ordinato i tortelli perché li ha magari visti nel film di Luca Guadagnino “Chiamami col tuo nome”?

No non credo, ma ti confermo che la Gnocca Cremasca tira sempre ed è richiestissima e di conseguenza apprezzata un pochino in tutta la Lombardia.

Come “Tavole Cremasche” parteciperete al bando per organizzare la “Tortellata” il prossimo mese di agosto?

Siamo impegnatissimi in tante cose, ci ritroveremo nei prossimi giorni e valuteremo il da farsi. E’ che veramente abbiamo tanto lavoro e fatichiamo a seguire tutto.

Stefano Mauri

 

 

 

(Visited 91 times, 8 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *