Aria fritta, mi vendo al miglior offerente per scrivere pezzi di qualsiasi tipo

Aria fritta, mi vendo al miglior offerente per scrivere pezzi di qualsiasi tipo

Scrivere è un po’ come parlare da soli.

Io non scrivo neanche più, uso il dettatore e parlo realmente da solo.

Col dettatore devo scandire u-na  sil-la-ba alla volta ed avendo un microfono oramai “sminchiato” spesso devo urlare (lo ammetto a volte bestemmio anche).

L’impresa di pulizie del mio condominio, quando mi lava il pianerottolo, tutti i lunedì ascolta in esclusiva i miei sproloqui.

 

Chissà cosa penseranno di me ?!

 

Questa settimana mi tocca lanciare un appello a tutte le testate giornalistiche all’ascolto: vi serve qualcuno che scriva per non piangere ?

Tengo famiglia e a breve potrei ritrovarmi senza lavoro.

 

Certo, la mia “musica” non è adatta a tutti i direttori ma davanti ad un contratto ci metterei un attimo a cambiare spartito diventando un credente, praticante di qualsiasi ideologia.

Mi vendo.
(La grinta che non hai!
In cambio del tuo inferno,
Ti do due ali, sai!
Mi vendo,
Un’altra identità!

  1. Zero).

 

Che c’è di strano ?

Sono mica Montanelli oppure Travaglio.

Io non sono tutto d’un pezzo.

Anzi, della stessa notizia posso scrivervi più pezzi adatti a tutte le orecchie !

 

Chissà cosa penserete di me ?!

 

Qualunque cosa pensiate di me è comunque un problema vostro.

Il mio problema, come per la maggior parte dei giornalisti italici e cremaschi, è uno solo: lo stipendio !

 

Hunter Viniskia

 

 

p.s. Come avrete notato ho mantenuto il titolo di settimana scorsa. Direi che va bene così !

Ndem, non so di cosa tu stia parlando… i titoli li faccio io e li ho fatti diversi. parli dell’immagine che cita a cazzo Venditti?

(Visited 144 times, 12 visits today)