Ariedo Braida, direttore generale della lanciata Cremonese, tra Cremo, Stefano Fagioli e Juve

Ariedo Braida, direttore generale della lanciata Cremonese, tra Cremo, Stefano Fagioli e Juve

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Terzo Tempo’, è intervenuto il dirigente sportivo Ariedo Braida, ora dg della Cremonese: “Il Milan sta crescendo, è una squadra che sta migliorando. A mio avviso la riconferma dell’allenatore ha dato continuità al lavoro iniziato. Intravedo delle buone prospettive, è una squadra che può ancora crescere, magari con il ritorno di Ibra”.
>
> Sulla Juventus: “C’è sempre qualcuno che commettere qualche errore singolo, ma il calcio è fatto anche di questo. Accettiamolo per quello che è. Chiaramente fa strano vedere una Juventus in quella posizione di classifica, ma Allegri saprà trovare le soluzioni giuste. Piano piano le cose alla fine si rimetteranno nel giusto binario”.
>
> Su Fagioli: “Ha giocato da titolare, è un ragazzo veramente interessante che sta dimostrando delle capacità incredibili. Gli servirà giocare, capire e imparare. Giocare è troppo importante e farlo nella Juve è difficile, per questo è giusto giocare anche in una categoria inferiore per trovare una base, prendere le misure in campo. Impari tante cose che altrimenti non impareresti in panchina. Ha segnato a Buffon che è sempre un grande campione, un miracolo della natura. Sembra ancora un ragazzino”.

stefano mauri

(Visited 20 times, 20 visits today)