Arriva il libro per conoscere, studiare e capire Industry 4.0 per entrare nel futuro

Arriva il libro per conoscere, studiare e capire Industry 4.0 per entrare nel futuro

“La fabbrica connessa – la manifattura italiana (attra)verso Industria 4.0” (Guerini Editore – www.guerini.it) scritto da Corrado La Forgia (Direttore stabilimento gruppo Bosch di Offanengo), Nicola Intini (Direttore stabilimento gruppo Bosch di Brembate), Nino Guarnacci (architetto di soluzioni informatiche) e Luca Beltrametti (professore di politica economica), senza dubbio è un libro illuminante, indispensabile per conoscere, capire, studiare e applicare il programma, lanciato in Germania nel 2011, “Industry 4.0.

E … grazie all’esperienza diretta da manager impegnati nella direzione degli stabilimenti Bosch dei due autori La Forgia e Intini (entrambi tra l’altro fanno parte della Task Force di Federmeccanica dedicata a questo disegno), beh questa preziosa fatica letteraria, in tutto e per tutto va considerata la guida pratica destinata ad imprenditori, addetti ai lavori e appassionati per conoscere gli strumenti indispensabili ad affrontare, serenamente, pragmaticamente e proficuamente la quarta rivoluzione industriale.

Quali sono, appunto secondo “La fabbrica connessa” i vantaggi concreti nella manifattura 4.0?

Tanto per iniziare e gradire e per fare quindi solo un esempio, ecco … eliminando operazioni manuali ripetitive e prive di qualsiasi valore aggiunto spostando, di conseguenza l’uomo verso attività di concetto e management, la produttività può aumentare anche, udite … udite di due cifre decimali.

I rischi per quelle realtà che non si adegueranno alle varie trasformazioni tipiche di quest’era prettamente votata alla digitalizzazione?

Restare indietro ferme ai box, col rischio di restarci fino a soccombere laddove la competizione si rivelerà molto, molto elevata e … selettiva.

Ora, l’Italia in chiave “Industry 4.0” mostra (e te pareva?) una presa di coscienza per così dire a macchia di leopardo: qualche azienda è ben posizionata, altre sono indietro e per vari e svariati motivi.

Soprattutto per questo il libro scritto, tra gli altri, da autentici esperti (tanto in poesia, quando in prosa) in materia quali Corrado La Forgia e Nicola Intini è da studiare col massimo approccio e con appassionata voglia di conoscere che … se da una parte è vero che nessun imprenditore si improvvisa esperto “4.0” oggi,  d’altro canto è altrettanto vero che è il momento quantomeno di iniziare a masticare questa filosofia imparando a conoscere quegli ingredienti innovativi utili  allo sviluppo della competitività del business. Nonostante i ritardi, l’Italia ha tutto per interpretare in chiave vincente i dogmi contenuti in quell’affascinante avventura industriale denominata “Industria 4.0”. L’importante è convincersi seriamente che…  mai come in questo caso, voltare pagina significa entrare in un futuro impegnativo, probante e qualificante da protagonisti prendendo in mano, con la massima serenità, il proprio moderno destino. Ergo dedicarsi con attenzione al libro “La fabbrica connessa – la manifattura italiana attra(verso) Industria 4.0”, dato che anche i viaggi più lunghi iniziano con un piccolo passo, certamente aiuterà quanti vogliono cominciare ad accendere lo sguardo verso un domani imprenditoriale d’avanguardia senza inutili voli pindarici, ma con serena, minimalista e incisiva applicazione. Buona lettura.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 67 times, 5 visits today)