Arriva la polizia per i writer comunali al sottopasso di San Bernardino

Arriva la polizia per i writer comunali al sottopasso di San Bernardino

Non è iniziata nel migliore dei modi l’iniziativa lanciata da Consorzio Arcobaleno e assessorato alla cultura del comune di Crema di dipingere il sottopasso di San Bernardino, con la collaborazione di alcuni writer cremaschi. Non è iniziata bene perché è arrivata la polizia. Ma era tutto un malinteso.

Due ragazzini quattordicenni writer in erba avevano capito, e come dagli torto visto i titoli di alcuni giornali, che le operazioni di writeraggio del muro fossero aperte e libere. Quindi armati di bombolette e mascherine sono arrivati di buona lena e di buon mattino, chi l’ha detto che i giovani di oggi sono dei perdigiorno, hanno scelto un angoletto di muro e si sono messi a dipingere. Apriticielo.

Qualcuno forse ha chiamato la polizia, che giustamente è arrivata e ha chiesto conto ai due che sono caduti dalle nuvole, ma come? Non era una cosa aperta? Nel frattempo quelli del Consorzio Arcobaleno manco si erano accorti che era arrivata la polizia. Qualcuno, si dice sia stato il nostro Bruno Mattei, ha allertato l’assessore Paola Vailati che è arrivata in bici da una riunione di giunta. Risolto l’arcano i due sono stati recultati e affiancheranno Alessio Azzalini, Riccardo Poggetti, Alessandro Mantica e Andrea Guarneri nelle operazioni. Tutto e bene quel che finisce bene.

(Visited 24 times, 4 visits today)