Bergamaschi, Della Frera, Fogliazza, Marinelli, Zucchi: lo sport può crescere

Bergamaschi, Della Frera, Fogliazza, Marinelli, Zucchi: lo sport può crescere

Recentemente, l’unico quotidiano superstite del Granducato del Torrone e del Tortello, vale a dire il quotidiano La Provincia, lungimirante, stante la scadenza tra qualche mese delle convenzioni tra alcune società e i relativi impianti sportivi, ecco ha tirato fuori il cosiddetto Affaire Convenzione, con Pergolettese e Crema probabili future protagoniste del balletto che, condizionale d’obbligo, nel maggio 2017 potrebbe iniziare.

Ebbene, considerando che gli attuali stati maggiori dei due club calcistici cittadini: dai presidenti (Marinelli e Zucchi), ai dirigenti (Fogliazza deus ex machina del Pergo, Corna vicepresidente cremino e Campari membro del Cda nerobianco) sono composti da positivi personaggi pragmatici dediti per così dire al … Fare, beh se le danze, avviate eventualmente dall’assessore Fabio Bergamaschi (altro personaggio che alle parole predilige i fatti) e dal consigliere Walter Della Frera partissero subito, magari ne gioverebbe, già da oggi, il sistema locale, con spunti, idee, proposte e progetti da mettere in campo per dotare, finalmente, la città di nuovi impianti e campi di calcio nel medio periodo. A proposito: fate un giro al “campetto” della Pierina: pare un campaccio della periferia di Beirut.

Qualcosa tra l’altro si è già mosso: merito di Zucchi e dell’Ac Crema 1908 che, recuperando (finalità agonistica – sociale) il San Luigi hanno fatto rinascere un polmone verde sportivo autoctono. E merito della giunta Bonaldi che, in sinergia con Fogliazza restituiranno presto alla collettività, il Velodromo, partendo dal rettangolo verde per arrivare, si spera, alla pista ciclistica vera e propria. Sì la strada da percorrere, magari ballando, decisamente è quella del pragmatismo.

Stefano Mauri

(Visited 41 times, 9 visits today)