Bonetti, tra gli auguri al Bistek e Crema città mondiale della cultura

Bonetti, tra gli auguri al Bistek e Crema città mondiale della cultura

Così da questo post, postato ovviamente sulla sua pagina Facebook, beh si scopre che il buon Antonio Bonetti è stato pure un fotografo Bolscevico. Chapeau!
Ah … perché Bolscevico? Ecco allora Antonio comprò l’attrezzatura fotografica in Russia, sfidando la coltre di ferro dell’epoca. Chapeau e auguri al suo Bistek che ha compiuto splendidamente 50 anni. Portati per la cronaca benissimo.

Cuoco appassionato e bravo, Wine Food and Beer Lover, ricercatore curioso, “Tuttologo”, fotografo e … ora pure giornalista informato – provocatore.
Questo e tanto altro ancora è il buon Antonio Bonetti (deus ex machina del Bistek) da Trescore Cremasco, colui il quale recentemente, appunto sulla sua pagina social Facebook ha postato quanto segue, con tanto di video Youtube (“Crema Città Mondiale della Cultura”) annesso:
<Quei folli di Daniela Dedè e Agostino Zetti hanno esportato il dialetto cremasco in tutto il mondo. Il dialetto cremasco si parla in un’area vasta … anzi vastissima. Praticamente in tutto il mondo. Crema “città mondiale della cultura” altro che “Città Europea dello Sport”!>

Stefano Mauri

(Visited 89 times, 14 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *