Buio, consulte, consigli, bancarelle e centri commerciali. La Città Giocattolo a Natale? La solita

Buio, consulte, consigli, bancarelle e centri commerciali. La Città Giocattolo a Natale? La solita

Ieri quelli dei Five stars hanno fatto una conferenza stampa al buio nel parchetto di via Moloise, che manco sapevo che ci fosse a Crema, comunque a San Bernardino. Tema la scarsa illuminazione, come da foto, della zona e di altre zone della città. Hanno depositato una interrogazione “per chiedere all’Amministrazione delucidazioni sulla nuova illuminazione pubblica della città, se sono previste varianti in corso d’opera e con quali precise tempistiche la situazione sarà riportata, in alcune zone della città, almeno al livello ante operam”.

Dicono che in molti hanno segnalato peggioramenti con l’avvento dei led. Io abito a Borgo San Pietro e devo dire che il borgo non avrà più quella romantica aria da film che danno le lampade al cadmio ma si vede un gran bene. Segnalo però che all’angolo di via Borgo San Pietro c’è una lampada che lampeggia con costanza di 50 HZ da giorni, se uno dovesse avere la camera proprio li sopra c’è da sclerare. Volevo fare una piccola diretta per mostrarlo. Poi non avevo una gran voglia.

Dell’illuminazione cittadina abbiamo parlato e avremmo parlato. Giusto l’altra sera percorrendo via Cappuccini ai Sabbioni notavo che i vecchi lampioni sono più che fiochi, in alcune zone è come se l’illuminazione non ci fosse. I Sabbioni sono stati anche una delle zone periodicamente colpite da blackout, avevamo fatto dei video.

In centro invece ci sono le luci di Natale. Almeno quest’anno ci si è risparmiati la filodiffusione natalizia con le imbarazzanti canzoncine natalizie in chiave jazz, che Michael Bublè e Diana Krall bastano come sottofondo al pranzo di Natala in famiglia. Però era ancora valida l’idea di fare irruzione e mettere del thrash metal tedesco e del black metal scandinavo.

Però ci sono le bancarelle. Per giorni e giorni. E le polemiche su come sottraggono lavoro ai commercianti locali. E le polemiche sull’aprire e chiudere i centri commerciali nei giorni di festa. Io sarei per il 24/7 come negli Stati Uniti. Più lavoro, più vitalità. Non dico che Crema debba essere come che so New York, la città che non spegne mai. Ma non sarebbe male.

La scuola di Cielle non si vede più e qualcuno chiede le dimissioni a Piloni. Gennuso vuole fare la Consulta del giovani e Agazzi dice che era meglio passare per il consiglio comunale. Insomma le solite cose. Ma Sussu non era depoliticizzato? Si. Era per dire che magari nel 2018 qualcosina si torna a farla. Non so vediamo. Intanto Buon Natale. Da stasera alle 17 ci fermiamo fino al 4 gennaio. Lo ribadirò a fine giornata. Domani mattina siamo al Road 69 per un brindisi, dalle 11 alle 13 circa. Passate.

Emanuele Mandelli

(Visited 57 times, 3 visits today)