Casale Cremasco, accordo quinquennale per la fruizione pubblica del Centro Parco Salice Bianco

Casale Cremasco, accordo quinquennale per la fruizione pubblica del Centro Parco Salice Bianco

Il Parco del Serio, il comune di Casale Cremasco Vidolasco e l’associazione Odv squadra operativa intervento cinofilo (S.O.I.C.) hanno siglato un accordo quinquennale relativo alla fruizione pubblica del Centro Parco Salice Bianco.

L’accordo è stato presentato questa mattina (mercoledì 9 giugno) presso la Casa del salice bianco.

Erano presenti, Basilio Monaci e Laura Comandulli, rispettivamente presidente e Direttrice del Parco del Serio, Antonio Grassi, sindaco del comune di Casale Vidolasco, Paolo Gionfriddo, segretario dalla S.O.I.C.: e anima del gruppo al quale aderiscono anche alcuni carabinieri. C’erano anche il tecnico comunale Antonio Moretti, i consiglieri Plinio Costenaro e Antonio Bisleri e una rappresentanza della stessa Soic.

La struttura oggetto della convenzione si trova in un’area sulla riva sinistra del Serio, in comune di Casale Cremasco Vidolasco, nei pressi della Palata della Babbiona.

È  di proprietà dal Parco il quale negli spazi intorno alla casetta ha effettuato interventi di riqualificazione ambientale con la creazione di un bosco misto, di una zona umida e di un percorso ciclopedonale naturalistico, che congiunge la ciclabile Casale-Sergnano a quella Casale-Vidolasco.

Tra le indicazioni previste nell’accordo, un certo numero di visite didattiche delle scolaresche, di manifestazioni giornaliere e di altri interventi.

«L’obiettivo – spiega Basilio Monaci – è di fornire una particolare attenzione all’aspetto didattico e all’utilità sociale del bene comune e dell’ambiente, prevalentemente nell’ambito delle attività di protezione civile.  Un obiettivo da raggiungere attraverso attività finalizzate alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente, nonchè alla prevenzione dei rischi naturali ed antropici, mediante associazioni iscritte all’Albo regionale del volontariato di Protezione civile della provincia di Cremona, come appunto la Soic. Questo ci serve anche per riaffermare la nostra profonda convinzione circa la necessità di sinergie tra le varie istituzione locali e le associazioni di volontariato».

 Laura Comandulli, che ha seguito la parte tecnica, sottolinea «L’accordo nasce da un contatto che il sindaco di Casale Vidolasco ha avuto con il Brigadiere Paolo Gionfriddo della squadra operativa di intervento cinofilo. In seguito a questo si è svolta una riunione in comune a Casale, presenti il Parco e l’associazione cinofila.   Ognuno ha esposto le proprie esigenze e proposte e subito è stato trovato un accordo per utilizzare al meglio la casa del Salice bianco.  L’associazione di Gionfriddo si è detta disponibile a realizzare interventi  sulle aree messe a loro disposizione dal Parco e a impegnarsi a favore del Parco stesso e del Comune per favorire attività didattiche e altre manifestazioni. È un accordo significativo perché permette di utilizzare al meglio una importante risorsa e dare impulso a quella cultura dell’ambiente che è alla base del futuro della nostra società».

Grassi. «E’ un risultato – commenta Grassi – che dimostra come le istituzioni possano collaborare fattivamente tra loro per ottenere il meglio dalle risorse a loro disposizione. In questa circostanza abbiamo avuto delle congiunzioni astrali favorevoli, se in poco più di un mese abbiamo trovato un accordo, ma soprattutto abbiamo avuto degli interlocutori assai disponibili e collaborativi. Grande merito va al presidente e alla direttrice del parco e al brigadiere Gianfriddo. Il comune ha fatto da tramite, da catalizzatore che ha favorito l’accordo ma, ripeto, bisogna ringraziare il parco e l’associazione cinofili».

Il segretario Gionfriddo molto soddisfatto del risultato ottenuto evidenzia:  «Per noi è una grande opportunità, e per questo ringraziamo il Parco  che ci ha concesso di utilizzare la struttura e il comune di Casale Vidolasco che ha favorito l’incontro e il buon esito dell’accordo. Da parte nostra assicuriamo il massimo impegno e siamo certi che non deluderemo le aspettative. Per noi è un’opportunità di crescita che ci permetterà di migliorare la nostra operatività».

(Visited 30 times, 30 visits today)