Chi ha commissionato quel sondaggio misterioso per il sindaco con nomi e domande strane?

Chi ha commissionato quel sondaggio misterioso per il sindaco con nomi e domande strane?

L’abbiamo buttato lì venerdì molto velocemente, appena lo abbiamo saputo. I cremaschi stanno ricevendo delle telefonate da una società di sondaggi riguardanti le elezioni amministrative del 2017 per il sindaco. La notizia è confermata, abbiamo avuto modo di sentire altri che hanno ricevuto la chiamata. I nomi proposti non sono tre, come avevamo detto, bensì 4. Sono questi: Stefania Bonaldi, Massimiliano Salini, Danilo Toninelli e Chicco Zucchi. Vanno fatte alcune considerazioni su questo poker di nomi per cercare di capire da dove nasce questo sondaggio.

Nel centro destra, sostiene una nostra fonte ben inserita, ci dicono che non ne sapessero nulla anche loro lo hanno saputo da voci e da persone che hanno ricevuto la telefonata come noi. Spesso questo tipo di sondaggi a Crema li ha fatti il Pd, che ha soldi e risorse per realizzarli. Ma ci sembra francamente strutturato male per essere fatto dal Pd. Perché? Perché propone almeno due nomi del tutto impossibili: Danilo Toninelli, big nazionale dei 5 stelle non è mai stato minimamente citato per questo ruolo. Sicuramente non lascerà una carriera nazionale lanciatissima per venire a presentarsi nella palude cremasca.

Idem per Salini. Lo abbiamo ipotizzato noi come unico nome che potrebbe tenere unito il centro destra cremasco. Ma ha fatto sapere in più modi di non avere nessuna intenzione di lasciare Bruxelles per venire a provarci a Crema. Pare evidente che punti Roma al prossimo giro no? Presenza e capacità le ha.

La Bonaldi ok, sappiamo che si ripresenta, l’ha già ufficializzato da un bel po’. Rimane Zucchi chiacchierato molto da più parti. Noi ci abbiamo giocato un bel po’. Ma anche in questo caso siamo fermi all’intervista pubblicata sull’Inviato che certificava la sua chiusura totale all’idea. Quindi o questo sondaggio è una cosa del tutto campata in aria, o viene dalla sinistra in qualche modo per testare comunque i cremaschi e la Bonaldi a confronto con dei nomi improbabili ma forti, o da una terza forza che di cui ancora non sappiamo nulla.

Di certo questo sondaggio dice una cosa. Che l’attenzione spasmodica verso questo tema non è solo un gioco innocuo, come facciamo spesso noi buttando in caciara con qualche nome nuovo e qualche riflessione. C’è chi sta facendo delle considerazioni pesanti e valutando il panorama. Soprattutto, diremmo, legato al discorso che il centro destra nicchia e non segue assolutamente stampa e voci di piazza nel proporre e smentire voci. Anche se ci pare di vedere Beretta che se la ride visto che si parla tantissimo del loro candidato, molto più di tutti gli altri messi assieme, anche se il candidato non c’è.

Insomma come dicevano i CCCP: fedeli alla linea anche quando la linea non c’è.

Emanuele Mandelli

(Visited 83 times, 13 visits today)