Concerto di musica brasiliana al 27° Giugno Ripaltese Prosegue la collaborazione tra la Fondazione San Domenico e il Comune di Ripalta Cremasca

Concerto di musica brasiliana al 27° Giugno Ripaltese Prosegue la collaborazione tra la Fondazione San Domenico e il Comune di Ripalta Cremasca
Prosegue sempre in modo proficuo la collaborazione tra la Fondazione San Domenico e il Comune di Ripalta Cremasca, socio sostenitore del teatro cittadino.
“Continua la consueta sinergia con il Comune di Ripalta Cremasca. – commenta il Consigliere Delegato della Fondazione San Domenico, Paolo Cella – Ogni anno il Folcioni propone al Comune di Ripalta Cremasca un evento musicale che viene inserito nella rassegna del Giugno Ripaltese. La proposta per questa edizione è raffinata, intima, di alto livello, si tratta di un duo eccezionale che sono certo piacerà molto al pubblico.”.
Per il 27° Giugno Ripaltese, è stato inserito il concerto “Un viaggio in Brasile – Canto a Dois” previsto domenica 14 luglio alle ore 21,00 presso il Giardino Comunale di Ripalta Cremasca. L’iniziativa è ad ingresso libero.
Si tratta di un concerto all’insegna dell’internazionalità con Debora Dienstmann (voce) e Gabriele Franzi (chitarra) che presentano questo nuovo progetto di musica brasiliana, ripercorrendo le note di compositori cantautori e virtuosi della chitarra come Baden Powell, João Bosco, Guinga e Dori Caymmi. “Canto a Dois” è anche il nome del loro ultimo album uscito su tutte le piattaforme digitali il 22 marzo.
“Continua la collaborazione con la Fondazione San Domenico, sempre attenta agli eventi del territorio, al di fuori dunque della struttura teatrale cittadina. – commenta il Sindaco del Comune di Ripalta Cremasca, Aries Bonazza – Il nostro Comune è uno dei pochi soci sostenitori del teatro e questo ci permette di proporre al pubblico sempre spettacoli di alto livello. Quest’anno abbiamo deciso di ospitare un concerto brasiliano per dare colore e allegria al nostro 27° Giugno Ripaltese, già ricco di eventi.”
 
“Teniamo molto alla collaborazione con il San Domenico. – conferma il Vicesindaco del Comune di Ripalta Cremasca con delega a cultura, istruzione, volontariato e associazionismo, Corrado Barbieri – Crediamo sia un pregio poter ospitare nel nostro Comune alcuni eventi del Teatro. In particolare, vorrei sottolineare l’internazionalità in questo nuovo Giugno Ripaltese, avendo inserito nel palinsesto iniziative dal sapore nuovo. Abbiamo organizzato, infatti, una festa caraibica e ci piace terminare con questo concerto in cui ascolteremo musiche che han reso importante il Brasile.”.
Debora Dienstmann è una cantante brasiliana molto attiva nello scenario italiano impegnata nella ricerca dei diversi repertori della musica della sua terra, si è esibita sui palchi di diversi festival musicali. La sua formazione comprende anche un percorso classico, diplomata in violino presso l’università Federal do Rio Grande do Sul a Porto Alegre e perfezionata in Italia presso il Conservatorio di Novara.
Gabriele Franzi è un chitarrista classico formatosi alla Scuola Civica di Musica Claudio Abbado a Milano e successivamente al Conservatorio G. Verdi di Como. Vincitore di diversi primi premi come solista in vari concorsi nazionali e internazionali, ha da sempre affiancato lo studio del repertorio chitarristico brasiliano, prima agli studi classici e poi alla sua attività di docente.
“Ho conosciuto Gabriele Franzi l’anno scorso. – commenta Debora Dienstmann – Un bravissimo chitarrista di formazione classica con una passione per la musica brasiliana. E penso sia proprio questa sua origine che mi abbia incuriosito, essendo io diplomata in violino. Questo ci ha spinto nella ricerca del repertorio. L’intesa è stata tanta che dopo pochi mesi abbiamo registrato il nostro primo album CANTO A DOIS a Cremona. Ho sempre desiderato esplorare il repertorio più moderno di compositori e chitarristi come Guinga, Dori Caymmi e João Bosco. Abbiamo nominato il progetto CANTO A DOIS (canto a due), proprio perché chitarra e voce lavorano insieme e, per arrivare ad un buon risultato, ci vuole tanto studio come nella classica musica da camera.”
(Visited 9 times, 9 visits today)