Controcielo, gli orizzonti notturni e diurni di Angelo Noce in mostra in Sala Agello dal 2 dicembre

Controcielo, gli orizzonti notturni e diurni di Angelo Noce in mostra in Sala Agello dal 2 dicembre

Dal 2 al 17 dicembre, presso la sala Agello del Centro culturale Sant’Agostino, si tiene la mostra di Angelo Noce dal titolo Controcielo. Cosi l’artista cremasco la presenta: “L’orizzonte attraverso lo sguardo ci accompagna in ogni attimo della nostra vita, spazio e tempo percorrendo una via, segnalandola. Questo ci è dato. Plasmati dall’orizzontalità, la verticalità è un’ombra di luce”. Inaugurazione alle 17 di sabato 2 dicembre. Questi gli orari: da martedì a venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. La mostra raccoglie le opere degli ultimi tre anni facenti parte della nuova poetica Orizzonti diurni Orizzonti notturni.

Scrive Gaetano Barbarisi presentando l’esposizione: “La mostra propone il lavoro artistico che Angelo Noce ha svolto negli ultimi tre anni, nella tensione a una sintesi raffinata sull’interazione tra segno, materia e colore, che qui approfondisce e distilla con la bellezza e l’intelligenza che hanno da sempre caratterizzato la sua ricerca. Una delle strategie che l’artista ha impiegato con più efficacia nel coinvolgimento del fruitore è proprio l’uso colto del colore; dai lavori figurativi degli anni Sessanta sino alla fase recente degli Orizzonti diurni e notturni, Noce si serve di una lingua simbolica e dalla spiccata funzione conativa, tale cioè da coinvolgere al massimo grado il ruolo dell’osservatore, e non potrebbe essere altrimenti giacché il colore – oggi ne siamo pienamente consapevoli – non è ascrivibile solo alla sfera dell’oggetto ma alla vita dinamica del soggetto che osserva e interagisce con il mondo circostante, dunque con l’opera”.

(Visited 74 times, 12 visits today)