Cosa cambia nella stampa locale e la classifica di Alexa delle testate cremasche

Cosa cambia nella stampa locale e la classifica di Alexa delle testate cremasche

I più attenti osservatori se ne saranno accorti immediatamente. A tutti gli altri ci pensiamo noi. Rimescolamento in atto in questi giorni nel variegato e liquido panorama dell’informazione locale. Un paio di cambi di casacca (uno certo uno non ancora del tutto ufficiale) ma che danno il polso dei cambiamenti in atto.

Sulle colonne di Cremaonline è apparsa la firma di Stefano Zaninelli. Lo Screamzino aveva militato per alcuni mesi nelle fila di Cremaoggi, senza mai firmare, se non sbagliamo, per esteso un articolo, anche se è facile immaginare che i pezzi firmati Zeta fossero sua farina. Era arrivato nella testata diretta da Mario Silla ad affiancare e poi a sostituire Viviana Bianchessi, impegnata in altre attività ora.

La virata verso via Bacchetta e il Pd di Cremaoggi era stata notata da molti. Che il suo passaggio a Cremaonline sottolinei l’avvicinamento della testata diretta da Andrea Galvani a via Bacchetta? Non possiamo per ora dirlo, ma la copertura massiccia fatta dal sito ad agosto della Festa dell’Unità aveva fatto insospettire parecchi. Staremo a vedere.

Il posto di Stefano Zaninelli a Cremaoggi dovrebbe essere stato preso da Pier Giorgio Ruggeri, transfuga dell’Inviato Quotidiano e corrispondente cremasco de Il Giorno. La sua impronta si è vista da subito. Notizie di cronaca nera, titoli strillati, allarmi su sicurezza e criminalità. Quello che per un paio di anni aveva fatto l’Inviato sotto la direzione di Roberto Bettinelli e che da qualche mese aveva smesso di fare, più o meno con un narrato cambio di proprietà, ma non conosciamo benissimo questa storia.

Il passaggio del buon Ruggeri a Cremaoggi segnerà una virata a destra del sito che nei suoi anni di storia aveva sempre avuto un atteggiamento pacato verso un certo tipo di informazione? A giudicare dalle prime avvisaglie sembra di si. Quale scelta sarà premiata non possiamo saperlo, al contrario dei giornali cartacei i siti online non hanno una diffusione degli accessi free.

Si possono fare delle stime tramite servizi tipo Alexa. Il servizio che fa delle stime piuttosto stringate, ma comunque realistiche, ci dice che al 12 novembre Cremaonline è il sito 3.999 nel rank italiano (135.560 in discesa di oltre 14 mila posizioni nel rank mondiale); Cremaoggi è al posto 34.807 in Italia e 798.490 al mondo (in calo di quasi 24 mila posizioni); L’Inviato Quotidiano è al posto 31.849 nazionale e 648.037 mondiale in salita di oltre 308 mila posizioni.

E gli altri organi di informazione locale? La Provincia è al posto 4.105 nazionale e 256.042 mondiale in salita di 18 mila posizioni. Già ma Sussurrandom? Non siamo classificati nel rank nazionale, ma dovrebbe mancare poco. Siamo al posto 2.185.164 mondiale in salita di 676.982. Un risultato non male visto che ad esempio che siamo ad un incollatura da Mondo Padano, che viene visto in tutta la provincia esce in edicola e ha quell’attimo di soldi a disposizione più di noi ma si piazza al posto 2.073.933 e battiamo in rete un istituzione come Il Nuovo Torrazzo che è al posto 5.484.819.

Onde evitare polemiche, tutti i dati citati sono verificabili da chiunque al sito: www.alexa.com

(Visited 52 times, 5 visits today)