Crema vista e fatta a pezzi dal Giallista Andrea G. Pinketts feat. Marco Pistone

Crema vista e fatta a pezzi dal Giallista Andrea G. Pinketts feat. Marco Pistone

“ … Crema. La risposta femminile al pistacchio. Crema, una città che amavo e nella quale mi sarei fatto volentieri cremare e successivamente cromare, per donare il mio corpo al Museo Egizio di Torino.

Crema, lombarda a modo suo, Crema con San Pantaleone, suo patrono. E quando una città del nord sceglie come patrono uno che si chiama Pantaleone, ha del fegato.

Crema, con aziende alimentari che alimentavano la sua dolcezza. Crema che è metallurgica come il Mimì del film di Lina Wertmuller, ma anche tessile come una sfigata ricamatrice da opera lirica.

Crema che ha vissuto e convissuto coi pioppi, Crema sorella anoressica della più ingorda Cremona.

Crema, madre dell’innominato del Manzoni ma piena di belle manze con nomi e cognomi che non vi cito per non essere querelato. Crema amica di Milano. Come me. Crema che tra il 1159 e il 1160 venne assediata e, praticamente, distrutta da Federico I Hohenstaufen, detto il Barbarossa.

Era il luogo ideale, per un rifugio di Carlo Dickens Merate, il buen retiro per un guerrafondaio.

Siccome non avevo voglia di turtèi, un impareggiabile piatto locale ripieno di amaretto, uvette, mentini e mostaccino, né tantomeno della torta Bertolina, altra specialità locale, mi diressi senza indugio al Barcelona Cafè di Marco Pistone, a mio parere il più grande barman del mondo … “

Così, il buon Andrea G. Pinketts, nel suo libro (da leggere e rileggere) noir “Depilando Pilar” (Mondadori), descriveva tempo fa la capitale del Granducato del Tortello e, sua maestà l’Artista del Bancone Marco Pistone. E noi, col Marco internazionalpopolare siamo tornati a scambiare due (di numero) parole.

Sbaglio o a breve il tuo amico Pinketts tornerà a trovarti e quindi a trovarci?

A luglio, data ancora da confermare, una sorpresona griffata Pinketts saprà stupirvi e stupirci.

Certo che a modo suo, nel suo giallo paradossale Depilando Pilar, la nostra città l’originalissimo Andrea G puntato l’aveva descritta e, in un certo senso fotografata in modo caricaturale, ma … non troppo in fondo. No?

Dico solo una cosa. Anni fa, Crema mi accolse illuminandomi. Adesso fatico a riconoscermi nella realtà cremasca. Cremaschi tornate a vivere la notte senza timori e riempiti i locali. Quelli giusti però facendo attenzione a scegliere la qualità.

Il tuo cocktail per l’estate?

Allora… una rivisitazione del mio celebrissimo Due di Pinketts, il Jamaica Drink, il Gin Fizz liberamente interpretato dal sottoscritto, Il Pistone Special e … udite, udite uno spettacolare cocktail medioevale. Venite a trovarmi al Barcelona vi … sorprenderò.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 294 times, 33 visits today)