Dal suo buon ritiro a Francoforte, il Blogger Flaminio Cozzaglio presenta il Festival del Torrone a Cremona

Dal suo buon ritiro a Francoforte, il Blogger Flaminio Cozzaglio presenta il Festival del Torrone a Cremona

Dal 13 al 21 novembre torna la Festa del Torrone, nove giorni di appuntamenti sul Tema “Dulcis in fundo”

E’ stata presentata questa mattina nel Salone dei Quadri del palazzo comunale l’edizione 2021 della Festa del Torrone di Cremona. Presenti l’assessore regionale al turismo Lara Magoni, l’assessore del Comune di Cremona Barbara Manfredini, il sindaco Gianluca Galimberti, il Commissario Straordinario della Camera di Commercio Gian Domenico Auricchio, Stefano Pellicciardi in rappresentanza di SGP Grandi Eventi, e gli sponsor Rivoltini, Sperlari e Vergani. L’edizione 2021 torna finalmente a essere estesa per nove giorni, dal 13 al 21 novembre e il tema è il “Dulcis in Fundo”. L’intera città di Cremona si veste a festa per la manifestazione più dolce dell’anno: in programma 9 giorni di appuntamenti: gite in battello, premiazioni, menu con il torrone protagonista e numerose iniziative che ogni anno attraggono migliaia di visitatori, e il grande ritorno della Locomotiva a Vapore che accompagnerà i visitatori da Milano a Cremona per un tuffo nel passato.

Una installazione di torrone a forma di scacchiera sarà presentata durante la manifestazione: ogni singolo pezzo è stato riprodotto fedelmente in scala 1:1 con torri, cavalli, alfieri, donne e re in torrone e cioccolato. Una campionessa di scacchi sfiderà bendata tutti coloro che vorranno giocare.

Appuntamento imperdibile per sabato 20 novembre con lo showcooking del Maestro Pasticcere Nicola Giotti e la Pasticcera Damaride Russi con le aerografie di torrone: una dimostrazione in diretta della creazione di una vera e propria opera grazie ad una tecnica di decorazione realizzata da Giotti che metterà in pratica e spiegherà tutti i passaggi necessari alla creazione.

Il riconoscimento Ambasciatore del Gusto di questa edizione 2021 della Festa del Torrone verrà assegnato ad Andrea Tortora, figlio di pasticceri alla quarta generazione e con un curriculum internazionale – da Parigi a Londra, da Singapore a Venezia – per anni alla guida della pasticceria del ristorante St. Hubertus, 3 stelle Michelin.

Non mancheranno come ogni anno, i prestigiosi riconoscimenti della Festa del Torrone tra cui il Premio Bontà, istituito per riconoscere atti di generosità lontani dai riflettori, per aver dedicato il proprio tempo e la propria vita ad aiutare il prossimo. Il vincitore è l’Associazione Donatori Tempo Libero, una “particolare officina artigianale” di volontari che dal 1967 recupera, ripara ed eventualmente modifica ausili per la deambulazione per rendere più facile la vita a chi è portatore di handicap fisici, cedendoli in uso gratuito e a tempo illimitato a chiunque ne avesse bisogno.

Il premio Torrone D’oro vedrà protagonista Nicolò Govoni, un giovanissimo scrittore e attivista per i diritti umani. Presidente e Direttore esecutivo di Still I Rise, organizzazione umanitaria non profit internazionale che apre scuole per bambini profughi e vulnerabili nel mondo, Nicolò Govoni è stato tra i nominati al Premio Nobel per la Pace 2020.

E per la prima volta alla Festa del Torrone e partito anche un contest on line The Plate, in cui ristoranti e pasticcerie di tutta Italia si sfidano a suon di torrone. La partecipazione è gratuita, ogni piatto creato, che potrà essere sia salato che dolce, dovrà contenere un torrone (morbido e/o friabile), come ingrediente fondamentale, in qualunque tipologia di forma e consistenza. i video verranno caricati sul sito https://www.festadeltorrone.com/the-plate e votati dal pubblico, il vincitore verrà premiato durante la manifestazione dove si cimenterà in uno showcooking per replicare il piatto vincitore e potrà essere degustato dal pubblico presente.

Non mancheranno gli appuntamenti con l’arte grazie ad una mostra  fotografica “Festa del torrone memories” dal 6 al 28 novembre dedicata a tutte le edizioni precedenti della festa: saranno esposte le 50 immagini più significative del cremonese Davide Magri, storico fotoreporter della Festa del Torrone. E ancora dal 1 al 21 novembre, in Sala Alabardieri del Palazzo Comunale, in Piazza Stradivari, una mostra originale curata dal Centro Fumetto “Andrea Pazienza” e dal collezionista Fausto De Crecchio: centinaia le vignette esposte dei più importanti autori della satira italiana, tutte provenienti dal fondo personale appartenuto al giornalista della Repubblica Giampaolo Pansa. Tra gli autori ci saranno Forattini, Giannelli, Pericoli, Vauro, Bucchi, Angese, Staino, Mannelli e altri ancora.

Tra i tanti appuntamenti in programma a Cremona dal 13 al 21 novembre, uno showcooking tutto in rosa per una grande sfida tra chef donne di East Lombardy, che raggruppa i territori di Brescia, Bergamo, Cremona, Mantova – riconosciuti nel 2017 Regione Europea della Gastronomia.

L’appuntamento è tra le vie del centro di Cremona, e se arrivate da Milano, non dimenticatevi la partenza della Locomotiva a Vapore dove i viaggiatori potranno accomodarsi nelle mitiche carrozze “Centoporte” trainate dalla locomotiva a vapore FS Gr. 740-278, costruita nel 1922 e quindi quasi centenaria. È uno dei pochi esemplari rimasti di questo gruppo utilizzato in passato sia per treni merci che viaggiatori, oggi a disposizione per raggiungere la gioia e il divertimento della Festa del Torrone.

La kermesse è promossa dal Comune di Cremona e dalla Camera di Commercio di Cremona, vanta il patrocinio della Regione Lombardia e annovera come sponsor: Sperlari, Rivoltini Alimentare Dolciaria, Vergani e il Centro Commerciale Cremona Po.

 

Francoforte   23 09 2021    www.flaminiocozzaglio.info    flcozzaglio@gmail.com

(Visited 25 times, 25 visits today)