Daniel Bressan e Michela Bettinelli Rossi: bravi. Assessore Sorte pensi ai lombardi

Daniel Bressan e Michela Bettinelli Rossi: bravi. Assessore Sorte pensi ai lombardi

Allora, piaccia o meno, la partecipazione (numeri comunque importanti e da prendere in considerazione) e la relativa vittoria del Sì al recentissimo referendum tenutosi in Lombardia (e in Veneto) comunque rappresentano fattori da prendere in considerazione, che la questione settentrionale ormai è un dato di fatto oggettivo.

Ciò detto, a quanti si sono adoperati per fare sana propaganda in quest’ultima campagna referendaria va un plauso; in particolare a Michela Bettinelli Rossi (professionista della comunicazione e analista politica coi fiocchi) e Daniel Bressan (militante che non urla di una Lega che garba e sa parlare coi fatti) va il mio Sussurapplauso: hanno esposto le loro opinioni in modo chiaro, per la serie chiarezza, passione, competenza e buona politica premiano ancora. Ah, per carità, le mie sono solo le perle di un pirla, ma un certo Zaia (senza mettere fuori dai giochi Maroni, ma il “Bobo” pare eccessivamente democristiano da quando è Governatore) eventualmente candidato Premier alle prossime elezioni, beh in un certo senso potrebbe attirare consensi più di Salvini. No?

Dulcis in fundo, l’assessore regionale ai trasporti Alessandro Sorte (troppa mala … sorte per i pendolari autoctoni) ancora una volta pur virtualmente va messo dietro la lavagna: è infatti slittato ancora il definitivo piano teso alla totale riqualificazione della Paullese, forse il nuovo ponte sull’Adda a Spino d’Adda diventerà eventualità nel 2019. E i nuovi treni sulla tratta Cremona – Milano (via Crema) tuttora latitano. Assessore Sorte illustrissimo: chi ha votato sì, chi non ha votato e i pendolari meritano la massima attenzione. Che ne pensa?

Stefano Mauri

(Visited 217 times, 7 visits today)