Davide ed Emanuele Caleffi protagonisti allo “Slow Wine Fair”: “Sostenibilità la strada da percorrere, abbiamo avuto contatti da Norvegia ed Est Europa”

Davide ed Emanuele Caleffi protagonisti allo “Slow Wine Fair”: “Sostenibilità la strada da percorrere, abbiamo avuto contatti da Norvegia ed Est Europa”

Sana Slow Wine Fair, appuntamento tenutosi da domenica 27 a martedì 29 marzo scorsi a Bologna, ecco ha rappresentato la prima occasione di incontro tra i membri della Slow Wine Coalition, la rete mondiale di Slow Food nata lo scorso luglio. Della Coalition fanno parte tutti i protagonisti della filiera del vino – dai vignaioli agli appassionati, passando per i professionisti che lavorano nel settore, come importatori, distributori, ristoratori, sommelier, comunicatori – che si riconoscono nei princìpi espressi dall’associazione della Chiocciola. E, all’appuntamento bolognese, tra addetti ai lavori e appassionati, in tantissimi hanno risposto presente. Attori protagonisti della kermesse enologica, coi loro vini naturalmente cremonesi, i fratelli Davide ed Emanuele Caleffi non sono passati inosservati. E con Davide, alla vigilia del Vinitaly, volentieri abbiamo scambiato qualche impressione…

I vostri vini alla recente expo bolognese, fedele ai principi Slow Wine, hanno ricevuto consensi?

Numerosi contatti ed attestati di stima sono arrivati in quel di Bologna Fiere, con densi contatti e visite che, al nostro spazio, sono arrivati pure dall’estero, in particolare dalla Norvegia e dall’Europa dell’Est.

Sana Slow Wine Fair vi ha quindi soddisfatti?

Pienamente, anche perché le linee guida, improntate sull’agricoltura sostenibile e sulla produzione di vini naturali, da sempre rappresentano totalmente e appassionatamente il nostro modo di lavorare. La direzione da percorrere per svoltare, senza se e senza ma, è quella di far parlare, o meglio, produrre la terra senza forzature, naturalmente, rispettando e amando l’ambiente che ci ospita e circonda.

Dal 10 al 13 aprile prossimi sarete al Vinitaly di Verona, vero?

Sì saremo all’appuntamento veronese per portare i vini naturali da noi prodotti a Spineda e dintorni.

stefano mauri

(Visited 6 times, 6 visits today)