Discorso e ringraziamenti di fine SussurAnno

Discorso e ringraziamenti di fine SussurAnno

Ed eccoci alla fine di questo secondo anno di Sussurrandom. Non voglio fare discorsi da ultimo dell’anno da Presidente della Repubblica. Ma tocca fare alcune considerazioni. Quello che era nati come un progetto collaterale, un sito così a metà… Beh si è trasformato, ed oggi è riconosciuto in città, come organo informativo a tutti gli effetti e con la stessa dignità e voce degli altri, forse di più, visto che in questi anni non abbiamo risparmiato battute e critiche a niente e nessuno.

Tutto questo si deve ai tanti che poco a poco si sono uniti alla famiglia. Ognuno con le sue peculiarità e con le sue cose da dire. Cercherò di ringraziare tutti quelli che hanno prestato la loro firma al sito, con costanza, una tantum, quando capita…

Abbiamo la schiera di collaboratori fissi. Innanzi tutto Stefano Mauri, che ha portato notizie che abbiamo dato ben prima degli organi ufficiali (una su tutte l’affaire don Mauro Inzoli) e che con le sue rubriche e pillole detta la vita e la struttura del sito. Abbiamo Beppe Cerutti, che smessi i panni del commentatore e del narratore si è inventato la geniale saga del gruppo di tifosi pensionati del Crema 1908. Abbiamo il Pasquino Cremasco che con la sua rubrica del lunedì e attesissimo per i giudizi, non certo leggeri, che trancia a destra e sinistra.

Abbiamo un po’ perso, ma ritorneranno, le due penne ironiche che per un bel periodo dell’anno sono state presenti con costanza. Emanuele Cannizzo e Pier Solzi. In certi versi simili eppure cosi genialmente diversi. Ci hanno fatto ridere e pensare.

Poi la nostra colonna culturale, Eva Mai, che ci racconta del teatro e della musica classica con grande perizia e passione. Le nostre colonne cremonesi e lodigiane: Silvia De Donno e Ariya Karatas, presenti sporadicamente ma con grandi pezzi, interviste soprattutto. E poi Dimitri Simonetti e Andrea Spinelli, una finestra sul mondo della musica che ogni tanto si apre con storie e considerazioni.

Poi abbiamo avuto i racconti di Eldar Stringhi e Paolo Alpiani, le cronache sindacali e politiche di CosEta, gli interventi di Gemma Maglio (che da un po’ anche lei latita). Una tantum sono intervenute tante voci… mi perdoneranno se non le cito tutte. Poi i racconti delle camminate di Leonardo Del Priore.

Poi ci sono gli amici che animano la radio, alcuni già citati. Le colonne portanti degli speciali sono Monica Buscema, Sabrina Mazzoleni, Stefania Alvestri e Paolo Cella. Ma ricordiamo anche il mitico Jonny Rock dalla Toscana con la sua band, la Carpenteria Primitiva.

Poi ci sono gli amici del sito. Quelli che non scrivono ma che condividendo, commentando, essendo spesso presenti lo hanno fatto e lo fanno vivere. Ne cito alcuni per tutti: Silvana Lissandrello Arianna Vitale, Roberta Bossi, Sara Doriana Lapiccola e Simona Carettoni. Ma anche Alessandro Pironti e le sue Sentinelle Sedute, idea geniale. E poi il cantautore Mao Medici. E le cronache dall’India di Ivan Todaro. Ma anche gli amici di Baloo Calcio. Ovviamente un paio di politici amici vanno ricordati: Enzo Bettinelli e Gianemilio Ardigò. Ma anche Bernadette Bossi. Poi il nostro amico sindaco e giornalista Antonio Grassi. Non dimentichiamo l’architetto timido Marco Ermentini. Ovvimente Giulio Giordano e Max Marinoni vanno citati.

Anche se defilata Barbara Locatelli rimane quella da cui è partito tutto. Non so che intenzioni ha, cosa farà, se tornerà. Ma è sempre nel mio cuore.

Poi ci sono i detrattori e chi ci odia. Tanti se il sito è caduto per attacchi alla sicurezza varie volte. E sotto questo punto di vista voglio ringraziare gli amici della Dueper per l’assistenza tecnica.

Poi ci sarebbero da dire tutte le cose che abbiamo fatto extrasito… Un paio su tutte. Il Marterock e qui ringrazio Simone Parati per il suo documentario, e il ritorno del Subbuteo grazie a Francesco Bozzi Ma anche il concorso di poesia con Elisa Martellosio. Ma basta. Stappiamo le bottiglie e buon anno a tutti.

em

(Visited 77 times, 3 visits today)