Dopo il libro, per lanciare I Tortelli Cremaschi: una “Tortellata” e … Vini

Dopo il libro, per lanciare I Tortelli Cremaschi: una “Tortellata” e … Vini

“Tutti i segreti del Tortello Cremasco. Non c’è la zucca!” è quindi il titolo del libro, tutto dedicato al piatto nostrano per eccellenza, scritto da Isabella Radaelli e Annalisa Andreini (nella fotografia di Dennis Barbieri sono ritratte insieme a Mike Antonaccio).

Ecco, in chiave divulgativa, ahinoi in città vicine (Desenzano, Treviglio, Lodi, Mantova, Brescia, San Colombano, Milano e Bergamo) non tutti conoscono i Tortelli Cremaschi (ha ragione il cuoco Antonio Bonetti, chiamiamola sempre e solo così la nostra eccellente portata per … eccellenza, ndr), il progetto editoriale ideato (e poi scritto a 4 mani) dalla frizzante Isabella rappresenta decisamente una svolta positiva, uno spunto su cui riflettere e (soprattutto) da cui ripartire portando, eventualmente in sinergia con la “Confraternita del Tortello” e con le “Tavole Cremasche” (unione e condivisione fanno la forza), il saggio Made in Radaelli & Andreini poi in tour per locali della Lombardia ( e non solo), no?

Sarebbe inoltre auspicabile, sempre in chiave promozionale, beh … che la “Tortellata” ufficiale (magari accompagnata da iniziative territoriali ad hoc) ritorni a essere una, possibilmente ospitata in centro città, che Crema rimane la capitale del Granducato (ancor troppo campanilistico) del Tortello.

Dulcis in fundo, sulla falsa riga di quanto fece (bene e splendidamente) anni fa l’immenso Beppe Severgnini promuovendo la disfida mediatica “Tortellaia” Crema – Mantova, così per vedere l’effetto che fa e per ricalcare l’onda trainante – affascinante che benissimo esercita l’enologia, promuovere una simpatica gara per individuare, dopo degustazioni e abbinamenti mirati, (con vip e gente normale in giuria), il vino ideale (senza i crismi dell’obbligo istituzionale) da abbinare ai Tortelli Cremaschi mah, forse si rivelerebbe un’onda per spingere il più in là possibile l’eco di Re o Pop (fate voi) Tortello. Che ve ne pare?

Stefano Mauri

 

(Visited 184 times, 44 visits today)