E cessato l’allarme coronavirus ricordiamoci che la zona industriale della Pierina merita una Tangenzialina da anni …

E cessato l’allarme coronavirus ricordiamoci che la zona industriale della Pierina merita una Tangenzialina da anni …

Aperta, in costante ascesa (nei giorni scorsi si sono registrate nuove assunzioni) nonostante questi momenti drammatici di emergenza da coronavirus, ecco l’Ancorotti Cosmetics a Crema è ormai un’Eccellenza Cremasca da esportazione che dà lavoro e fa impresa. Chapeau all’imprenditore Renato Ancorotti.

Particolare non indifferente: (in seguito e citato un vecchio articolo pubblicato tempo fa sul settimanale Il Nuovo Torrazzo) nel 2017, il gruppo ha acquistato lo stabilimento industriale ex-Olivetti, per il quale sono stati investiti oltre 21 milioni di euro. L’edificio, progettato da Marco Zanuso e Renzo Piano negli anni Sessanta del Novecento, giaceva in uno stato di abbandono e degrado. (Proprio) Ancorotti tempo fa, ai media cremaschi dichiarò : “Abbiamo risanato una ferita urbana di 30.000 mq con un intervento di archeologia industriale, progetto realizzato dall’architetto Ermentini”. Si tratta di uno stabilimento “green”, ristrutturato implementando misure quali isolamento termico, illuminazione a Led, con l’obiettivo di ridurre al minimo consumi ed emissioni – queste ultime monitorate costantemente.

La zona industriale della Pierina, grazie ad Ancorotti, sì… si sta trasformando in un “distretto della bellezza”! Ergo da quelle parti, cessato l’allarme coronavirus, come diciamo da anni urge una “Tangenzialina”, una nuova strada sicura per fare arrivare mezzi, camion, merci e persone in sicurezza.

stefano mauri

(Visited 205 times, 10 visits today)