E’ il Festival di Claudio Cecchetto. Ehm … di Fiorello ed Amadeus. E Tiziano Ferro si incazzò con l’Hashtag: “Fiorello statte zitto”. Mah …

E’ il Festival di Claudio Cecchetto. Ehm … di Fiorello ed Amadeus. E Tiziano Ferro si incazzò con l’Hashtag: “Fiorello statte zitto”. Mah …

Stanco, stufo, stressato, incazzato di passare, causa la lunga liturgia del Festival (e dei tempi lunghi di Amadeus) troppo tempo in camerino e di cantare tardi, mercoledì notte, Tiziano Ferro in mondovisione si è incazzato così: <Ama è l’una, vogliamo fa’ qualcosa domani. Hashtag Fiorello statte zitto”…

Colpito nel segno (forse), ma soprattutto nell’amicizia (Fiore e Ama sono amici veri, non come Jovanotti che all’Ariston non si è presentato, ndr), Amadeus così ha replicato: <Fiorello parla quanto vuoi>. A bocce ferme, dopo l’acqua gettata sul fuoco da Ama, ecco il commento del Tiziano Internazionalpopolare rivolo al Fiorello furioso: <Ti chiedo scusa se ti ho provocato un dispiacere. Ho pensato fosse normale scherzare con te che sei il re dei comici. Sono rammaricato, torno a fare il cantante. Hashtag Tiziano state zitto>.

Ah … secondo il Corriere della Sera, offeso e deluso Fiorello è stato sul punto di andarsene. Mah … quanta suscettibilità, no?

Detto ciò Chapeau ad Amadeus, Fiorello, ma soprattutto a Claudio Cecchetto che anni fa li lanciò. E Chapeau pure a Tiziano Ferro. Al Festival di Sanremo 2021, probabilmente, Cattalan permettendo, quello dell’Amadeus Bis (per la gioia della moglie, ripresa ogni due minuti nel suo primo posto in platea, più presenzialista del Fu Paolini) servirebbe forse l’ironia acuta di Chiambretti, no?

stefano mauri

 

(Visited 124 times, 13 visits today)