E se alla fine il candidato sindaco del centrodestra fosse il cremino Chicco Zucchi?

E se alla fine il candidato sindaco del centrodestra fosse il cremino Chicco Zucchi?

Sostiene il paparazzo Giulio King Giordano, grande fotografo (suoi gli stupendi scatti ufficiali dell’Ac Crema 1908 costruita per vincere, ndr), “nerista” (nel senso che mastica da anni, suggerisce e conosce bene la cronaca nera, ndr) eccelso e attento conoscitore di certi meccanismi cremaschi, che il candidato ideale alle prossime amministrative per il centrodestra, udite, udite … sarebbe il presidente del Crema, nonché pezzo da novanta dell’Asvicom e già “Cremasco dell’Anno”, Enrico Zucchi detto Chicco.

Detto che tempo fa, in un’intervista rilasciata all’ottimo sito internet Inviatoquotidiano, ecco Zucchi aveva (già) smentito una sua entrata in scena immediata, considerando però come certe nomination, pur sempre in auge, vale a dire quelle riportanti a Marina Zanotti e alla Zanibelli, ultimamente si siano raffreddate, ricordando che, causa impegni lavorativi e quant’altro, gli ottimi Umberto Cabini, Massimiliano Salini e Renato Ancorotti non siano disponibili, beh magari Zucchi, condizionale d’obbligo, potrebbe ripensarci. Del resto: mai dire mai, no?

Ciò detto, per conoscere chi, per il centrodestra sfiderà Stefania Bonaldi nella primavera 2017, probabilmente occorre portare ancora un pochino di pazienza. Questione di settimane, salvo poi colpi di scena e dal taccuino informato del coordinatore Gianmario Donida, per forza di cose un nome, ma ne serve uno importante, uscirà. Attenzione poi alle sorprese e alle mosse dello stesso Ancorotti, di Simone Beretta, della Lega Lombarda, con quel Cesare Giovinetti che, se soltanto volesse, saprebbe catturare intriganti consensi, e a quelle del mastino Antonio Agazzi.

Stefano Mauri  

(Visited 100 times, 7 visits today)