Eppure, sì sottotraccia qualcosa si smuove in Forza Italia. Novità in arrivo?

Eppure, sì sottotraccia qualcosa si smuove in Forza Italia. Novità in arrivo?

Allora più o meno un mese fa, su queste “colonne”, l’imprenditore illuminato Renato Ancorotti, pezzo da novanta del centrodestra cremasco (“sponda forzista”), interpellato in merito alla situazione all’interno di Forza Italia (a livello locale partito diviso in varie fazioni) rispose più o meno così: <Auspico una cena, un momento di incontro affinché tutti facciano eventualmente un passo indietro per poi, dopo la presa di coscienza, ripartire insieme in avanti>. Ebbene a distanza di un mese tutto tace, ma sottotraccia qualcosa, nello stagno stagnante da anni, si smuove.

Condizionale d’obbligo sembrerebbe infatti che l’europarlamentare Massimiliano Salini, in totale sintonia con Antonio Tajani e supportato da Carlo Malvezzi (il buon Malvezzi ultimamente ha iniziato a fare jogging si sta rimettendo in forma forse per l’autunno?) stia per intraprendere tutte le strade e strategie atte a mettere in discussione il coordinamento provinciale (ergo Cremona) di Forza Italia. E qualora saltasse Jotta, allora pure il circolo (diviso da correnti, tendenze, fazioni) di Crema del coordinatore Gianmario Donida, fisiologicamente salterebbe per poi andare, previ commissariamenti, verso nuovi congressi e la riapertura di nuovi cicli.

Andrà veramente così? Qualcosina cova in Forza Italia sulle rive dei fiumi Po, Oglio, Serio e Adda? Lo scopriremo vivendo o intorno (o prima, mah) a Ferragosto.

Stefano Mauri

 

(Visited 75 times, 11 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *