Fitness contagioso su Facebook, lo rivela il MIT

Fitness contagioso su Facebook, lo rivela il MIT

Che i social network siano entrati nella nostra vita quotidiana è una cosa ormai scontata e risaputa, ma che abbiamo la facoltà di contagiarci nelle attività che normalmente facciamo, beh questa è davvero una novità! Secondo un’indagine svolta ultimamente dal MIT e pubblicata su una rivista dedicata alla comunicazione, si è arrivati alla conclusione che i social network come Facebook, Twitter e instagram hanno la grande facoltà di influenzare le decisioni e le scelte delle persone, prendendo spunto da cosa fanno gli “amici” virtuali e i propri conoscenti seguiti sulla piattaforma. In sostanza vedere una persona fare qualcosa e postarla sui social diventa un vero e proprio spunto per tutti.

Un esempio molto chiaro che è stato preso come spunto per questa ricerca è quello dello sport ed in particolare della corsa e dell’attività fisica in generale: su Facebook troviamo spesso nei contenuti post in cui si parla della propria attività fisica, si inseriscono immagini dei percorsi e dei tracciati, ci si fa un selfie in tuta da ginnastica e addirittura si postano i risultati. Tutto questo contagia e aiuta le persone pigre o che conducono una vita sedentaria a schiodarsi dalla sedia per iniziare a fare movimento, a confrontarsi con gli altri per ottenere benefici sia fisici che mentali dovuti all’esercizio fisico quotidiano. E se lo dicono gli esperti di Consigli benessere c’è da crederci.

Naturalmente tutto questo come ogni cosa ha un suo risvolto negativo: innanzitutto una vera e propria perdita di personalità che verrebbe plagiata dallo stile di vita e dalle abitudini degli altri che potrebbe sfociare nell’esagerazione che come in tutte le cose può diventare un vero e proprio problema soprattutto se si considera che tra le persone che frequentano i social ci sono anche ragazzini facilmente influenzabili.

Insomma mettersi in gioco o mettersi in moto è qualcosa di sociale oggi: il potere che hanno Instagram, Twitter e compagnia è diventato enorme, sia sotto l’aspetto psicologico dunque che sotto quello fisico e i risultati possono essere da un lato interessanti se si considera che in America sono oltre un milione le persone che utilizzano fitness tracker (apparecchiature che contano passi, indicano velocità, strada percorsa e calorie perse) i cui risultati vengono postati sui social network a disposizione degli amici per fare confronti, verifiche e influenzare appunto tutti coloro che non ne fanno uso.

(Visited 38 times, 2 visits today)