Fondazione Lgh presenta il bilancio sociale 2023

Fondazione Lgh presenta il bilancio sociale 2023
  • crescita del 62% dei contributi erogati a progetti per l’innovazione sostenibile rispetto all’anno precedente;
  • 20 iniziative sostenute in ambito culturale e sociale.

 

Cremona, 26 giugno 2024 – Fondazione LGH ha pubblicato il suo secondo Bilancio Sociale, relativo al 2023, da oggi disponibile per la consultazione sul sito www.fondazionelgh.it.

 

Per la Fondazione la rendicontazione sociale è tappa fondamentale per assicurare trasparenza nei confronti di tutti i suoi stakeholder. Il Bilancio Sociale sintetizza, infatti, non solo gli aspetti finanziari e contabili, ma anche i risultati delle attività e dei progetti sviluppati nel corso di un anno con l’impatto che hanno generato sui beneficiari, diretti e indiretti, e sul territorio.

 

Nel 2023, Fondazione LGH ha contribuito alla realizzazione di progetti innovativi nell’ambito dell’agrizootecnia, della filiera alimentare, della bioeconomia e delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER). Sono state avviate collaborazioni con Università, Istituti di Ricerca e Consorzi, come l’Istituto L. Spallanzani, l’Osservatorio SmartAgriFood del Politecnico di Milano, Reindustria e Consorzio.it, dando vita a progetti con positive ricadute per le aree di riferimento e rafforzando la connessione con l’ecosistema di riferimento.

 

Sono stati sostenuti i seguenti progetti scientifici:

  • Carbon Farming, promosso da Abaco S.p.A. e Cantine Torrevilla (PV), per lo sviluppo di un software per la stima e il monitoraggio della riserva di carbonio immagazzinata nel suolo e nelle biomasse;
  • Sustainable Agriculture, promosso da Acquafert S.r.l. (CR), per sviluppare soluzioni tecniche di trattamento del digestatoagricolo che consentano il recupero dei nutrienti in esso contenuti in forma di prodotti fertilizzanti;
  • Strategia per PTP Science Park di Lodi, per la promozione della ricerca scientifica nei settori agroalimentari, delle scienze della vita e della bioeconomia per valorizzare il territorio lodigiano;
  • Modelli per l’Ottimizzazione dell’uso del Digestato in agricoltura, realizzato da Agrifood Research Hub dell’Università di Brescia, per definire linee guida per l’utilizzo razionale del digestato in agricoltura, minimizzando gli impatti ambientali del suo impiego;
  • Progetto CER Crema, promosso da Consorzio.it, per lo studio di un modello replicabile per la nascita di una Comunità Energetica Rinnovabile nell’ambito dell’ex stabilimento Olivetti.

Il contributo complessivo erogato nel 2023 dalla Fondazione in ambito scientifico ammonta a 408.570 Euro, destinato a 5 progetti del valore totale di 734.140 Euro, con una crescita del 62% rispetto all’anno precedente.

 

La Fondazione ha rinnovato il suo impegno anche nel campo culturale e sociale come testimoniano le 20 iniziative sostenute, fra cui Magica Musica a Crema con laboratori didattici per persone con disabilità, Sportello Psicologico a Pavia per giovani affetti da diabete, Monteverdi Festival a Cremona, Vien musica dal chiostro a Lodi per i bambini ospedalizzati e Festival Filosofi lungo l’Oglio in Franciacorta.

 

“Sono convinto che solo attraverso un impegno congiunto e una visione lungimirante possiamo affrontare con successo le sfide legate non solo alle bioenergie e alla smart agriculture, ma anche agli aspetti socio-culturali, al fine di promuovere un impatto positivo nella società” – afferma il Presidente della Fondazione, Giorgio Bontempi.

“Ringrazio pertanto tutti coloro che hanno collaborato per ottenere questi risultati e confido in un continuo e importante percorso verso un futuro sostenibile. Negli anni a seguire il nostro impegno sarà lavorare costantemente per realizzare una differenza significativa”.

 

Profilo della Fondazione

Nata nel 2021 dalla volontà dei Soci provenienti dall’esperienza di Linea Group Holding S.p.A. – A2A Life Company, SCS Crema, AEM Cremona, Astem Lodi, ASM Pavia e Cogeme – Fondazione LGH ha lo scopo di contribuire alla realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e in particolare di promuovere nei territori di riferimento del sud Lombardia progetti di innovazione e ricerca in ambito energetico, ambientale ed agricolo.  Grande attenzione è dedicata alla ricerca scientifica, attraverso l’implementazione di tecnologie innovative, e allo sviluppo di progetti di transizione energetica, economia circolare, energie rinnovabili e bioenergie, smart agriculture, smart land e smart grid, nonché ai programmi di efficientamento energetico e a piani energetici sostenibili.

Fondazione LGH pone grande attenzione ai bisogni della comunità, garantendo incisività ed efficacia alle sue azioni, ponendosi come soggetto aggregante per creare una ricaduta positiva nei territori di riferimento.

Come Ente del Terzo Settore è poi particolarmente calata sulle identità e le esigenze peculiari delle comunità e vuole diventare una presenza solida e sicura nei cinque territori di riferimento, mirando a sostenere progetti di valore che diano risposte concrete ai bisogni sociali emergenti.

 

Fondazione LGH sostiene progetti e ricerche innovative, che possono potenzialmente creare eccellenze uniche. Il suo Comitato Scientifico è responsabile di un rigoroso processo di selezione dei progetti da sostenere, che devono avere obiettivi chiari e misurabili, oltre a generare impatti positivi in termini di investimenti e nuova occupazione.

 

(Visited 9 times, 9 visits today)