Generazione X, il coprifuoco

Generazione X, il coprifuoco

Gli anni tra i trentacinque e i quaranta sono un limbo. Non sei più giovane e non sei ancora adulto e quando ti trovi in questo limbo a confrontarti con due figli adolescenti , la consapevolezza che sei un ibrido anagrafico si accentua.
Ieri ho scoperto che i ragazzi non sanno cosa significa “coprifuoco”. Ho domandato agli amici di mio figlio ” ma voi a che ora avete il coprifuoco?” e mi hanno guardato come se avessi detto loro “buonanotte” in sanscrito. Mi domando se esiste un nuovo termine che lo ha sostituito nel gergo giovanile o se semplicemente non sanno cosa sia, perchè godono di una libertà esagerata e da quando ci sono i cellulari invece di fissare un’ora per il rientro ci si inviano sms per concordarlo in itinere.
E nel limbo del lustro anagrafico che non c’è,  vedo sfilare nel corteo fumebre del coprifuoco, tanti ragazzi che un tempo lo rispettavano e lo temevano e a cui mancherà sicuramente un po’.

Barbara Locatelli

(Visited 35 times, 11 visits today)