Gennaio a San Bernardino è iniziato col musical “L’Ombra del Padre”

Gennaio a San Bernardino è iniziato col musical “L’Ombra del Padre”

E’ iniziato quindi col botto, o meglio con uno spettacolo teatrale appassionante, entusiasmante, mistico, coinvolgente questo 2019, appena partito, per la parrocchia di San Bernardino fuori le mura di Crema, capitale del Granducato del Tortello.

Ancora una volta quindi, don Lorenzo Roncali, sempre più Rock, coinvolgente e inclusivo è riuscito ad attirare gente e attenzione nel popolare e popoloso quartiere periferico, ma non troppo, cittadino.

Ma torniamo a “L’Ombra del Padre”, vale a dire la meravigliosa, sentita, vibrante e commovente rappresentazione che per tre sere, nei giorni scorsi, beh ha animato la chiesa parrocchiale di San Bernardino, edificio sacro trasformato, per l’occasione in una cornice teatrale tanto caratteristica quanto densa di pathos. E l’evento artistico, organizzato anche per raccogliere fondi da destinare alla sistemazione del tetto della stessa chiesa, messo insieme dall’associazione teatrale cremasca “Quattro Vie”, in sinergia con l’unione sportiva Acli, sotto la regia di Egidio Lunghi (cuoco con la passione della macchina da presa), con le coreografie di Paola Cadeddu e Marina Taffettani, letteralmente ha … spaccato. Chapeau!

Sì è piaciuto il musical che ha raccontato la vita di Giuseppe, il credente chiamato improvvisamente a rispondere all’imprevista, grandiosa e misteriosa chiamata di Dio.

Appunto oltre 65 allievi della scuola di danza classica e modern jazz, insieme ad allievi del Teatro Danza di Ombriano quindi, senza dimenticare gli altri attori de “L’Ombra del Padre”, per tre sere hanno regalato emozioni e soprattutto spunti di riflessione illuminanti: Giuseppe (Nicholas Taffettani), accompagnato dalla Madonna (Eleonora Legi) e gli altri amici e colleghi teatranti sono riusciti a coinvolgere e stimolare il pubblico. Brave infine le voci narranti di Lina Casalini e Francesco Maestri, senza dimenticare le musiche di Alberto Legi e Oscar Crespiatico.

Quando la cultura alta si fa pop, ecco il risultato è veramente roboante: applausi per L’Ombra del Padre!

Stefano Mauri

 

(Visited 57 times, 18 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *