Gianpaolo Degnoni tra Salvini, Toninelli e la “Disfida del Tortello Cremasco”

Gianpaolo Degnoni tra Salvini, Toninelli e la “Disfida del Tortello Cremasco”

Politologo, opinionista, gourmet, Wine and Food Lover, esperto appassionato di cacciagione e animali da cortile, ex sindaco plurimandatario di Capergnanica e, soprattutto, Democristiano (ah come si stava bene con la Democrazia Cristiana, no?) Rock: questo e tanto altro ancora è Gianpaolo Degnoni, persona splendida, generosa e sul pezzo col quale volentieri siamo tornati a scambiare due parole…

La Lega Lombarda, nonostante l’avvento del ministro agli Interni Matteo Salvini non è quindi riuscita a far vincere Carlo Malvezzi al ballottaggio con Galimberti a Cremona.

Veramente chi esce veramente sconfitta, su tutta la linea, dalle amministrative cremonesi è Forza Italia, partito almeno a Cremona, Crema e dintorni da rifondare. Senza nulla togliere al pur volenteroso, preparato e appassionato Malvezzi, il territorio avrebbe gradito un candidato della Lega. E in tal senso Zagni poteva essere la classica persona giusta, al posto giusto. Ma temo che qualcosina non torni anche in casa Lega Lombarda, laddove a livello provinciale, mah correnti partitiche interne vanificano l’appeal e l’azione del Comandante Salvini. E senza unità di intenti, vedi le Amministrative a Crema 2017 e quelle recentissime di Cremona, non si va da nessuna parte.

Il commissario di Forza Italia Massimiliano Salini riuscirà a far riprendere quota a Forza Italia?

Alle Europee ha preso una valanga di voti e il mestiere lo sa fare. Dovrà tuttavia trovare la giusta alchimia per far coesistere le correnti facenti capo a Tajani, Toti e Lupi. Se poi nel frattempo il presidentissimo Silvio Berlusconi, cedendo il testimone risolvesse il problema della leadership nazionale, scegliendo una figura di livello, allora ne guadagnerebbero tutti, Salini in primis. Berlusconi è immenso, ma non sono più tempi per lui questi.

Pentito di aver votato, alle Politiche del 2018, l’attuale ministro ai Trasporti e Infrastrutture Danilo Toninelli?

Allora per quanto riguarda i “Pentastellati” al governo ribadisco quanto dico da mesi, speso cioè inizino a “governare” al meglio con la lungimiranza del buon governo e da uomini di stato al servizio dell’Italia. Toninelli poi, considerando la provenienza e le materie che tratta dovrebbe concentrarsi sull’emergenza viabilistica, compresa ovviamente quella ferroviaria, che opprime da secoli la provincia cremonese.

Cambiamo discorso: come vedresti, così per animare un pochino l’estate, una bella “Disfida del Tortello Cremasco” per “menzionare” in modo simpatico la miglior versione del tortello da paese, da festa popolare e tipicamente estiva?

Bene vengano iniziative simili poiché più se ne parla, di Re Tortello, meglio è, no?

Stefano Mauri

(Visited 45 times, 5 visits today)