Giochi: Euromat vuole responsabilizzare gli operatori europei

Giochi: Euromat vuole responsabilizzare gli operatori europei

Responsabilizzare gli operatori del gioco terrestre: è questo l’obiettivo del programma di Jason Frost, presidente di Euromat, ossia la Federazione Europea di Gioco e Divertimento. Dopo aver ricoperto in passato il ruolo di presidente della British Amusement Catering Trades Association (Bacta) in Gran Bretagna, Frost è stato nominato numero uno di Euromat lo scorso mese di giugno. Già al momento della sua elezione, il presidente della Federazione che occuperà della gestione sovranazionale dei giochi, ha chiesto la massima collaborazione da parte delle istituzioni, per garantire un gioco sempre più responsabile.

Stiamo andando verso una società senza contanti e tuttavia questo fatto sembra essere ignorato dai regolatori. Faccio oggi un appello alla comunità europea affinché la regolamentazione possa avvicinarsi alle esigenze degli operatori e sedersi a un tavolo con noi per aiutarci a trovare un cammino insieme. Come qualsiasi altra attività, – ha sottolineato Frost -, dobbiamo essere in grado di offrire il pagamento elettronico nonché i contanti. È meglio per gli affari, ma anche per il giocatore e sarà più facile impegnarsi, impostando limiti di spesa e tempo. I regolatori capiscono il valore di questo nel mercato online e la nostra capacità di monitorare i nostri giocatori è utile per la responsabilità sociale. È una vittoria vincente“, ha commentato Frost al momento della sua elezione.

Con questa introduzione, in sostanza, il nuovo presidente di Euromat ha anticipato quelli che sono i capisaldi del suo programma. Il primo obiettivo, come si legge sulle pagine di SlotPalace, è quello di migliorare la regolamentazione dei giochi nei singoli Stati europei in modo tale che la stessa sia se non identica, quantomeno simile passando attraverso i confini della CE. Un’altra battaglia di Frost è rappresentata dalla possibilità di offrire pagamenti elettronici sia per i giochi online sia per quelli terrestri, perché questi “offrono molti benefici sociali”, ha aggiunto il presidente della federazione europea del divertimento. L’uso di bancomat e carte di credito, secondo Frost, contribuirà a monitorare meglio i giocatori e a stabilire dei limiti, garantendo maggiormente il gioco responsabile. Affinché si possa arrivare a questi risultati, il numero uno di Euromat, occorre lavorare molto sul tipo di prodotti dei giochi terrestri, mentre poi bisognerà che ciascuno degli stati membri si occupi della regolamentazione del settore.

Della promozione del gioco responsabile, si occuperà il Comitato per la responsabilità sociale nel gaming guidato dalla serba Mirjana Aćimović. Il programma prevede già conferenze ed incontri tramite i quali gli operatori spiegano quale sia il loro impegno presente e i programmi per migliorare il rapporto degli utenti con i giochi in chiave futura. Un programma ambizioso, quello di Frost, che però non è stato esente da critiche, sin dal momento dalla sua elezione. Il presidente della federazione europea dei giochi però non si scompone e sottolinea come le nuove tecnologie saranno sempre più importante per migliorare la responsabilità sociale.

Abbiamo iniziato a farlo nelle sale da gioco terrestri e per l’online i metodi di pagamento elettronici fanno senza dubbio la differenza perché permettono di identificare il giocatore e di monitorarlo. L’attenzione verso questo aspetto del gioco è più alta che mai”, la posizione di Frost.

(Visited 60 times, 10 visits today)