Giulia Ronchetti, l’artista cremasca cresciuta in campagna che ha illuminato, con la sua arte, le vetrine di Hermes

Giulia Ronchetti, l’artista cremasca cresciuta in campagna che ha illuminato, con la sua arte, le vetrine di Hermes

La cremasca Giulia Ronchetti, è un’artista vera. Il suo percorso artistico inizia al Liceo Artistico Bruno Munari di Crema e continua alla L.A.B.A. di Brescia dove si laurea in Graphic Design & Multimedia. I suoi lavori guardano da un lato al passato: dall’amore per i vecchi erbari di fine ‘800, allo stile decorativo tipico dell’arte egizia, dallo stile liberty e alle tecniche di pittura tradizionali; mentre dall’altro lato si affidano ad un immaginario contemporaneo appreso durante gli studi in graphic design e multimedia. Visioni di mondi dove regna la natura e l’istinto sono minuziosamente illustrate utilizzando inchiostri a pennino, chine, fili di cotone, pantone e vernici su vari supporti: carta, tela cotone, tessuto e tavole di legno. Trae ispirazione dai racconti antichi e moderni, dalle mitologie, dai simboli, dagli archetipi ma soprattutto dal regno animale e vegetale, che si fanno portatori di significati antichi e tutt’ora contemporanei. Tutto è simbolo e tutto racconta una propria storia. Il leitmotiv presente in tutti i suoi lavori è il filo della vita nella sua continuità, che attraverso il tempo subisce infinite variazioni, senza mai spezzarsi.

Chapeau a Giulia Ronchetti, giovane artista italiana cresciuta in campagna,

sempre in contatto con la natura, dove ha scoperto la totalità e l’equilibrio che spiegavano tutto ciò che ci circonda. Ah … Giulia, o meglio, le sue opere, per alcuni mesi, tempo fa sono state esposte nelle vetrine Hermes di tutta Italia. 

stefano mauri

(Visited 139 times, 139 visits today)