Gli atti dell’inchiesta vaticana su don Mauro Inzoli secretati dalla Santa Sede

Gli atti dell’inchiesta vaticana su don Mauro Inzoli secretati dalla Santa Sede

La richiesta al Vaticano di ricevere gli atti riguardanti l’inchiesta ecclesiastica nei confronti di don Mauro Inzoli, rogatoria firmata dal procuratore capo di Cremona Roberto di Martino, quindi è stata respinta al mittente in quanto gli incartamenti in oggetto sono protetti dal segreto pontificio.

L’inchiesta della magistratura però non si ferma, anzi gli inquirenti avrebbero già interrogato persone legate, direttamente o indirettamente a questa malinconica vicenda.

Intanto il sacerdote cremasco continua a vivere la sua vita in quel di Milano e i suoi avvocati sarebbero pronti a querelare alcuni giornalisti in seguito, a quanto scritto da loro lo scorso gennaio, all’indomani della presenza di don Inzoli all’ormai famoso convegno sulla famiglia organizzato e tenuto nel capoluogo milanese da una sinergia tra Comunione e Liberazione e la Regione.

Stefano Mauri

(Visited 42 times, 12 visits today)