I marciapiedi sono pieni di pubblicità che dice che l’acqua del rubinetto è buona, ma qualcuno la segnala bella marrone dai lavandini

I marciapiedi sono pieni di pubblicità che dice che l’acqua del rubinetto è buona, ma qualcuno la segnala bella marrone dai lavandini

Qualche settimana fa Padania Acque e il comune di Crema hanno fatto una operazione “marchettone” di pubblicità fatta con gli stencil, ovvero dipingendo sui marciapiedi di Crema un bel po’ di begli slogan pubblicitari, che già si sarebbe da ridire sullo stile (già utilizzato per la campagna di lancio di #farelgami) di dipingere a terra… va beh.

Il messaggio che doveva passare in sostanza è: che cavolo spendi per comprare l’acqua in bottiglia. Beviti quella del lavandino. Costa 250 volte in meno, è controllata 4300 volte in più. Poi oggi un utente pubblica sul gruppo Crema e i suoi problemi sta foto. Un clamoroso autogol diremmo.

La rilancia subito in rete Agazzi, sempre pronto. Ma la domanda è. Va bene sarà un caso, magari stanno lavorando, magari magari… Ma chi mi assicura che anche quando è limpida non contenga qualche schifezza? Non so a voi ma a me l’acqua del lavandino fa schifo. Ha un retrogusto di cloro ed una pesantezza notevole, che residuo fisso ha? Sarà anche pulita ma preferisco bere quella delle bottiglie.

Bruno Mattei

(Visited 135 times, 15 visits today)